“Non sono innamorato dell’anno solare ma non penso ci siano altre le soluzioni. Non ci sono le condizioni per chiudere il campionato prima di ottobre-novembre. Anche se venisse dato l’ok per gli allenamenti individuali, dopo tutto questo periodo di sosta, visto che si dovrà giocare ogni tre giorni, ci vorranno almeno quattro o cinque settimane prima di poter giocare a calcio. Già arrivi a luglio, agosto, ci sono undici partite da fare. Sarebbe stato più semplice far slittare la chiusura della stagione il 31 dicembre invece del 30 giugno. Poi ogni nazione avrà date diverse, è impossibile armonizzare se non si dà più tempo. Si potrebbe spostare anche gli Europei a novembre/dicembre 2021, un anno prima dei Mondiali. Non so cosa succederà ma la vedo difficile che i campionati si chiudano il 31 luglio come dice l’UEFA. Se si concludono i campionato anche a settembre, ottobre o novembre, nessuno può contestare nulla. Certo, si giocherà a porte chiuse, ma lo si farebbe comunque anche in estate" ha dichiarato a Radio Capital, Adriano Galliani. Foto: tmw