“Questa notizia si è sparsa a macchia d’olio e ha avuto un grande seguito. Cosa vuole che le dica, l’Hellas ha grande tradizione, ha vinto pure lo scudetto, ma al momento non c’è nulla. Smentisco nella maniera più assoluta. Conosco Setti perché tra Bologna, Carpi e Modena ci siamo visti in più occasioni. Con lui ho avuto modo di trattare alcune questioni di lavoro legate ad altre tipologie, non abbiamo mai trattato l’argomento calcio. Non escludo che un domani al di là delle solite frasi in velocità sul calcio, possiamo parlare della questione ma ad oggi mi creda non ho chiesto nulla a Setti ed il club gialloblù non mi ha domandato nulla – ha dichiarato Giulio Gallazzi a l’arena – Sono sincero. Sono un grande appassionato di sport. Ho giocato a football americano in gioventù e mi piace andare a cavallo. Negli ultimi tempi, i giornali mi hanno avvicinato perfino la Fiorentina, ma anche in quel caso ho smentito in maniera categorica. Vi posso dire che mi hanno offerto la possibilità di entrare in almeno tre quattro club fra serie A e serie B. Il Verona e Setti non hanno mai fatto un passo verso di me in questo senso, anzi auguro all’Hellas di salvarsi. Il Genoa? A Genova le cose sono andate per le lunghe. Abbiamo proposto a Preziosi un progetto e non abbiamo ancora avuto le risposte che cercavamo. Non è serio da parte mia e neppure agli occhi dei tifosi del Genoa o del Verona buttarmi in un’altra operazione, ne ho abbastanza, per fortuna di lavoro, credetemi. Smentisco dunque quanto apparso sui giornali e sui siti in Italia riguardo ad un mio interessamento in Italia. Com’è uscita la notizia? Bel mistero. Forse una chiacchiera di qualche mio collaboratore. Non cerco pubblicità e sanno che ho degli investitori a cui interessa il calcio“. Foto: zimbio