“Il Verona ed il Padova di oggi? Devo essere sincero, conosco più la squadra di Bisoli. Loro hanno fatto una bella promozione e sono molto aggressivi. Sanno cosa devono fare. Il Verona ha cambiato tanto rispetto all’anno scorso. E poi… al di là della squadra, che aveva delle pecche m poteva restare in partita fino all’ultimo per salvarsi, non ho capito come giocava l’Hellas. Forse l’allenatore era un po’ in confusione – ha dichiarato Galderisi a l’arena – Grosso? Non lo conosco, però se è nel mondo Juve qualcosa deve pur valere. È dura lavorare quando non c’è la società. A Bari credo sia stata dura per lui. Certo qui a Verona deve lottare per la serie A, altrimenti diventa difficile. Pazzini e Di Carmine insieme? Tutta la vita. Un giocatore come il Pazzo lo devi saper gestire e farlo giocare. Pensate ad una difesa che deve affrontarli. E poi, scusate, due anni fa Pazzini non è stato capocannoniere. Deciderà il mister o il campo. Partirei con lui, poi come sempre è là dentro che devi dimostrare chi sei e se puoi ancora essere decisivo“.