“De Zerbi fa giocare molto bene la squadra e a momenti se non proprio il colpaccio escono da San Siro contro l’Inter con un pari. È chiaro per loro è une delle ultime chance. Non vedo una partita da tripla. Per me o vince il Benevento o, come mi auguro, l’Hellas. È una tappa fondamentale. Spetta a Pecchia ed ai suoi ragazzi il compito di studiare l’avversario di turno ma loro devono giocare ogni gara alla morte. Che sia a Benevento, a Torino con la Juve o in casa con la Spal, i gialloblù non devono fare calcoli e ottenere il massimo da ogni gara da qui alla fine del campionato. Dico che la vittoria sui granata è stata fondamentale. Ho fatto un saltino sulla sedia quando Valoti ha fatto il secondo gol. Giuro – ha dichiarato Giuseppe “Nanu” Galderisi a larena – Adesso la squadra è cambiata, meno tecnica ma più fisica ed ora il tempo stringe, quindi avanti alla morte senza troppi calcoli. Vukovic? A me piace quel ragazzo lì, è un giocatore che ha quelle caratteristiche che sono mancate al Verona. La squadra deve andare sul concreto, questo ha pensato la società a mio avviso a gennaio. Ci vuole gente che pedala e concreta, soprattutto, Vukovic è perfetto. Giocatori che si applicano e che alla domenica eseguano quello che hanno preparato col mister durante la settimana. Kean? Lui è anche più precoce di me. È un ragazzo che ha fatto anche delle cose interessanti. Certo che per arrivare là e finalizzare, c’è bisogno di tutta la squadra. Mi sembra che tutto sommato Kean a parte, il Verona ha le possibilità di uscirne da questa brutta situazione. Deve solo dare un po’ di continuità e giocarsela con lo spirito di chi deve portare a casa a tutti i costi il risultato, perchè il tempo stringe e non ci sono alternative. Ai tifosi non devo insegnare nulla perchè sono fantastici come ai miei tempi. Però dico loro una cosa. Giusto farsi sentire per l’annata certo non esaltante, però adesso è il momento di stare uniti. I gialloblù con la vittoria sul Torino sono tornati in corsa perchè la Spal è andata a vincere a Crotone. Si deve cercare di far risultato a Benevento anche se non sarà facile, però se non dovessero arrivare i tre punti, mi raccomando, ancora più compatti di prima. So cosa vuole dire”.