“Non fatevi ingannare dal risultato di Bologna, il Verona ha fatto una grande prima mezz’ora e meritava di segnare almeno un gol. La partita sarebbe cambiata. Poi è chiaro, loro sono di un’altra categoria con gente esperta e tanti giovani che fanno parte delle varie nazionali. Dispiace per il punteggio, davvero impietoso. A parte che non meritavamo di perdere quattro a zero, però ho visto anche buone cose. Abbiamo fatto giocare chi ha avuto meno minutaggio e tanti giovani – ha dichiarato il direttore sportivo dell’Hellas Verona, Filippo Fusco, a L’Arena – Sono dispiaciuto soprattutto per i tifosi arrivati al Dall’Ara, loro sono stati spettacolari anche a Bologna, erano in settecento, ma sembravano 2000. Hanno cantato fino all’ultimo, ma questa non è certo una sorpresa per noi e per tutti. L’avevo detto ai ragazzi cercate di dare il massimo, purtroppo dopo aver preso quell’autorete nel primo tempo, tutto ci ha girato contro. Adesso noi dobbiamo pensare al Perugia perché domani sarà un’altra battaglia. La squadra di Bucchi l’ho vista in più di un’occasione. Ha qualità, forse e solamente meno smaliziata del Bari. Pecchia ha fatto bene col Bologna a provare altre soluzioni – continua il ds – A me Zaccagni è piaciuto molto in un ruolo non suo. Ha fatto bene. Potrà tornare utile. Pisano? Vediamo tra oggi e domattina. Avete visto ci sono delle alternative ed anche Boldor ha fatto bene. Ripeto non meritavamo le quattro reti subite, dobbiamo migliorare ma siamo stati anche sfortunati. Sono convinto che domani sarà tutt’altra storia. La squadra ha una sua identità ed un gioco. Sono convinto, faremo una grande gara contro un Perugia che potrebbe anche restare sempre ai vertici della classifica sino alla fine del campionato”.