“Ancora mi ricordo bene quella partita, proprio pochi mesi fa sono andato a rivedermela su YouTube. Per noi fu una notte incredibile, abbiamo giocato una partita molto strana che comunque ci ha portato una grande gioia. Eravamo sotto 2-0, poi la rimonta incredibile 3-2 finale. A fine partita ero in panchina e ricordo che ci siamo abbracciati tutti, ho visto mister Malesani partire e andare sotto la Curva Sud. Ci siamo andati anche noi e siamo caduti tutti, allenatore compreso. La vigilia di quella partita non fu facile, sentivamo molto la sfida e volevamo ottenere un solo risultato: la vittoria. Meno male che alla fine è arrivata – ricorda l’ex attaccante dell’Hellas Verona, Mario Frick, all’Hellas Verona Magazine – Ho giocato con la maglia dell’Hellas per me questo resterà sempre un orgoglio. Dopo la retrocessione sarei anche rimasto, ma una serie di circostanze mi hanno portato giocare con la Ternana. La Curva Sud è incredibile, ti sostiene sempre e ti aiuta a non mollare mai. Seguo ancora l’Hellas, deve crederci perché ha tutte le qualità per arrivare alla salvezza”. Foto: gazzetta.it