Un punto di riferimento in mezzo al campo e nello spogliatoio. Questo è Emil Hallfreðsson, una delle colonne portanti dell’Hellas Verona. Ieri contro il Torino avrebbe voluto esserci, ma il rientro in Islanda per motivi familiari è stato tanto imprevisto, quanto sofferto. In questi giorni, a partire da Andrea Mandorlini, tutta la squadra si è stretta attorno al centrocampista gialloblù. Era stato proprio il tecnico scaligero a rivelare la causa dell’assenza del numero 10 durante la conferenza stampa pre Torino, alla vigilia di quella che sarebbe stata la 150^ in gialloblù per Hallfredsson. – Emil non ci sarà. È dovuto partire e tornare subito a casa per motivi familiari. Gli siamo tutti vicini in questo momento di difficoltà e ci auguriamo che torni presto fra noi -. Ieri, dopo aver ipnotizzato El Kaddouri ed aver espugnato l’Olimpico, è Rafael a ricordare il compagno di squadra. – Stasera è stata una vittoria del gruppo e voglio dedicarla ad Emil, un grande amico per tutti noi -. Vangelis Moras affida invece a Facebook la propria gioia per la conquista dei tre punti, ricordando l’amico assente. – Una vittoria importante e dedicata al nostro compagno Emi!!! -. Anche Tachtsidis non ha voluto far mancare la sua vicinanza al compagno di reparto e su Instagram scrive. – Siamo con te frate… Questa vittoria è per te e tutta la tua famiglia… FORZAAAAA -.

Un forte abbraccio anche da parte di HELLAS LIVE al centrocampista islandese.