Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, è intervenuto in diretta nel corso della trasmissione "Radio Viola" su Lady Radio: "Iachini aveva un contratto che non finiva con la scorsa stagione, prima cosa. Io non ho mai incontrato un altro allenatore e questo non vuol dire che i dirigenti non li hanno incontrati, perché è il loro lavoro. Sono usciti tanti nomi mentre stavamo correndo per la salvezza. Non mi è piaciuto ciò che è stato detto su De Rossi, che non ho mai incontrato. Non ci può essere un affare se io non concordo. Io ho preso la decisione di confermare Iachini, concordata in seguito con i dirigenti. Meritava un’altra occasione. Io sono il presidente, il padrone, quello che mette i soldi. Io ho una filosofia, che è quella della meritocrazia. Iachini è in media con i risultati della Fiorentina negli ultimi 20 anni. Juric? Ha finito con gli stessi punti di Iachini e nessuno mi assicurava che prendendo lui, non avrei dovuto mandare via lui a metà stagione. Se io prendevo un terzo allenatore con contratto di due-tre anni e poi lo dovevo mandare via dopo due mesi, avremmo dovuto avere quattro allenatori. Anche per questo seguo la meritocrazia" ha dichiarato a Radio Viola, il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso.