Clamorosa involuzione dell’Hellas Verona alla Dacia Arena di Udine. Nulla a che vedere con la squadra scesa in campo nel turno precedente contro il Milan. Zero tiri in porta, appoggi sbagliati e tanta confusione in campo. I gialloblù in casa dell’Udinese si presentano col 4-2-3-1 Nicolas, Ferrari, Caracciolo, Heurtaux, Souprayen; Zuculini B., Fossati; Romulo, Bessa, Verde; Kean. L’allenatore Fabio Pecchia deve rinunciare a Caceres causa lombalgia, al suo posto torna Souprayen nel ruolo di terzino sinistro. La squadra di Oddo ci prova al 2’ con la conclusione centrale, da fuori area, di Adnan bloccata senza problemi da Nicolas. Al 15’ timido tentativo dei gialloblù con Kean dentro l’area bianconera, tiro murato da Nuytinck. Quattro minuti dopo colpo di testa innocuo di Lasagna ed al 21’ chiusura in tackle di Souprayen su Lopez, gialloblù che si salvano in calcio d’angolo. L’Udinese è padrona del campo ed al 28’ passa grazie a Barak che in area gialloblù ha tutto il tempo di girarsi e battere così Nicolas. Al 40’ ci prova dalla distanza Jankto, pallone che si perde sul fondo. Udinese che raddoppia al 44’ grazie al gol di Widmer che supera Nicolas dopo la corta respinta del portiere gialloblù. Primo tempo che si chiude col doppio vantaggio della squadra di Oddo, gialloblù che non sono mai riusciti a tirare in porta nei primi 45’.