Maresca dal 1′, Bessa nel tridente, Valoti a centrocampo e Romulo in panchina. Sono queste le novità dell’Hellas Verona di Pecchia per la settima giornata del campionato cadetto. Allo stadio Liberati di Terni, 4-3-3 con Nicolas, Pisano, Caracciolo, Bianchetti, Souprayen; Valoti, Fossati, Maresca; Siligardi, Pazzini, Bessa.

La prima occasione è per i gialloblù al 6′, ma il destro di Valoti è debole e centrale, preda facile per Di Gennaro. Replica la Ternana al 9′, provvidenziale la chiusura di Caracciolo sul tentativo ravvicinato di Falletti. Passano due minuti e Bessa semina il panico sulla sinistra, Ternana che si salva in calcio d’angolo sull’offensiva dell’ex Inter. Al 24′ destro a giro di Pazzini a lato di poco, partita che fatica a decollare, ci prova anche Siligardi tre minuti dopo ma dopo aver superato Meccariello non riesce a calciare in porta.

Al 31′ si sblocca il risultato allo stadio Liberati: Meccariello atterra in area Souprayen, calcio di rigore ed espulsione del difensore della Ternana. Dagli undici metri si presenta Pazzini che batte Di Gennaro e porta così in vantaggio i gialloblù di Pecchia. Per Pazzini terzo rigore consecutivo e quinta rete in campionato. L’Hellas Verona alza il
ritmo e raddoppia al 35′ con Siligardi che approfitta della confusione della difesa della Ternana per battere Di Gennaro. Hellas Verona che cala il tris al 42′: punizione di Fossati e mani in area di La Gumina. Secondo rigore per l’Hellas Verona e doppietta personale per il capitano gialloblù, primo tempo che si chiude sul 3-0 a favore dell’Hellas Verona.