Terza partita in otto giorni per l’Hellas Verona, la prima trasferta post Covid-19 per i gialloblù di Juric, scaligeri che si presentano col 3-4-2-1 composto da Silvestri, Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Adjapong, Veloso, Amrabat, Lazovic; Pessina, Zaccagni; Stepinski.

Al 4’ ci prova subito l’Hellas Verona sulla corsia di sinistra con Lazovic, palla a Zaccagni, respinge la difesa neroverde, pallone a Pessina, nuova ribattuta dei padroni di casa, azione che si chiude col tiro alto di Veloso. Un minuto dopo ancora Lazovic pericoloso quando obbliga Magnani a chiudere in calcio d’angolo, dopo aver fatto sedere il diretto avversario. Pressing alto dei gialloblù, che attaccano il Sassuolo sulla trequarti grazie alle direttive del mai domo, Juric. Il Sassuolo si fa vedere al 7’ con una triangolazione che porta Caputo a conquistare calcio d’angolo. Ammonito Kumbulla al 15’: il difensore era in diffida e salterà quindi la prossima sfida, in programma mercoledì sera al Bentegodi contro il Parma. Al 20’ se ne va sulla sinistra Haraslin, esterno che arriva al tiro, deviato però in corner. Al 27’ cooling break per le due squadre. Contropiede al 39’ dei gialloblù, con Adjapong che serve Amrabat, palla in area a Stepinski che non ci può arrivare. Primo tempo che termina, dopo 2’ di recupero, a reti inviolate.