Nell’anticipo della 28ª giornata della Serie BKT, Hellas Verona di scena allo stadio Curi contro il Perugia, gialloblù di Grosso che si presentano col 4-3-3 con Silvestri, Bianchetti, Empereur, Dawidowicz, Balkovec; Faraoni, Gustafson, Henderson; Lee, Di Carmine, Laribi. Ben nove gli assenti causa infortunio per gli scaligeri, Hellas spinto in terra umbra dai 195 tifosi arrivati da Verona. Nei primi 10’ è la squadra di Grosso a dettare i tempi, con Faraoni che al 6’ cerca ma non trova il grande ex di turno, Di Carmine. Balkovec impegna in due occasioni la difesa dei grifoni, Perugia che si fa vedere al 14’ con un tiro debole di Verre che non trova nemmeno lo specchio della porta. Subito dopo, Faraoni dalla distanza non trova pronto Gabriel che chiude in qualche modo in corner. Ancora Faraoni protagonista con una conclusione al volo che si perde sul fondo, Hellas Verona che al 28’ si vede ammonire Dawidowicz per simulazione in area (Pawel viene sgambettato, ndr). Il difensore gialloblù era diffidato e quindi sarà costretto a saltare la sfida del Bentegodi contro l’Ascoli, in programma sabato prossimo. Al 37’ Kingsley s’invola sulla destra ed obbliga la difesa ospite a chiudere in calcio d’angolo. Quattro minuti dopo azione da manuale dei gialloblù sulla corsia di sinistra, con Laribi che al momento della conclusione si vede chiudere dal Perugia in corner. Ci prova Lee al 45’ ma il pallone termina sul fondo, primo tempo che si chiude a reti inviolate dopo 1’ di recupero.