Alla Scala del calcio, nel posticipo domenicale della 7ª giornata, l’Hellas Verona conferma il 3-4-2-1 con Silvestri; Lovato, Magnani, Ceccherini; Lazovic, Dawidowicz, Ilic, Dimarco; Barak, Zaccagni; Kalinic

Al 2’ Calhanoglu da destra in mezzo per Ibrahimovic, ma la girata di Zlatan è innocua. Replicano subito i gialloblù con Magnani che si sgancia, ma non trova il pallone sull’invito di Lazovic. Al 5’ Zaccagni se ne va sulla sinistra, palla sul primo palo dove c’è Kalinic che si gira bene ma trova pronto Donnarumma che chiude in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner, colpo di testa di Ceccherini ribattuto sulla traversa dal portiere rossonero che non può nulla sul tap-in vincente di Barak. Per l’ex Udinese, terzo gol in due partite. All’8’ tiro centrale di Saelemaekers dove Silvestri si fa trovare pronto. Ma è l’Hellas Verona a padroneggiare ed al 19’ trova il raddoppio grazie alla conclusione di Zaccagni e la deviazione decisiva di Calabria che mette fuori causa Donnarumma. Il Milan si fa vedere poco dopo col destro di Leao, ma Silvestri con la mano di richiamo manda il pallone in calcio d’angolo. Squadra di Pioli che accorcia le distanze al 27’ grazie all’autorete di Magnani, sul tentativo di Kessie, deviazione del difensore gialloblù decisiva. I padroni di casa alzano il ritmo ed al 30’ Silvestri salva il risultato su Hernandez. Primo tempo che si chiude col cartellino giallo sventolato in faccia a Juric e Ceccherini, senza recupero.