Turno infrasettimanale per l’Hellas Verona di Fabio Grosso. Allo stadio Via del Mare di Lecce, i gialloblù si presentano col 4-3-3 con Silvestri, Almici, Bianchetti, Dawidowicz, Vitale, Faraoni, Gustafson, Laribi, Lee, Pazzini, Di Gaudio. La squadra di Liverani ci prova subito con Mancosu di testa, replica degli scaligeri con Di Gaudio ma l’esterno d’attacco gialloblù sbatte sulla difesa di casa. Al 6’ La Mantia impegna Silvestri ma l’Hellas Verona due minuti dopo con Faraoni impegna Vigorito, con Pazzini libero in area. Al 12’ Lee da fuori area spara in curva, complice anche il terreno di giuoco non certo in perfette condizioni. Bianchetti chiude su La Mantia al 16’, gialloblù che creano una doppia occasione subito dopo con Laribi e Faraoni, ma il Lecce prima con Lucioni e poi con Vigorito allontanano la minaccia. La squadra di Liverani torna protagonista sempre con La Mantia che di testa, su cross da sinistra, impegna ancora Silvestri. Al 25’ gran verticalizzazione di Pazzini per Faraoni ma il jolly gialloblù viene anticipato. Ammonito Laribi al 31’, primo cartellino giallo sventolato in faccia agli scaligeri. L’Hellas Verona attacca ma senza trova il colpo del ko, a differenza del Lecce che al 34’ sblocca il risultato grazie al gol di La Mantia che si testa supera Silvestri, sfruttando al meglio l’assist da sinistra di Calderoni, con Dawidowicz e Vitale che stanno a guardare. Ci prova subito a pareggiare Pazzini con una girata al volo che impegna Vigorito, gialloblù che al 39’ rimangono senza allenatore per l’espulsione di Grosso per proteste. Lee al 44’ serve troppo in profondità Di Gaudio, ultima occasione del primo tempo che si chiude dopo 1’ di recupero.