Riprendere il cammino perduto e tornare in testa alla classifica. L’Hellas Verona si presenta al Bentegodi contro la Virtus Entella col 4-3-2-1 con Nicolas, Pisano, Caracciolo, Bianchetti, Souprayen; Zaccagni, Fossati, Valoti; Romulo, Bessa; Pazzini.

Ci provano subito i gialloblù dopo appena 47” ma il destro di Zaccagni termina alto, al 7′ Bessa allarga troppo il piatto destro, pallone che termina di poco a lato, due minuti dopo è invece debole e centrale la conclusione di Valoti su invito da destra di Romulo. L’Hellas Verona detta con fatica i tempi ed al 16′ arriva nuovamente alla conclusione con Bessa, respinta in angolo da Iacobucci. Tre minuti dopo nemmeno la potenza di Pazzini riesce a gonfiare la rete avversaria, liguri che contengono bene le offensive gialloblù, nonostante l’emergenza squalifica e infortuni, come al 36′ quando la conclusione dal limite dell’area di Fossati termina a lato di poco alla destra di Iacobucci, primo tempo che si chiude col palo esterno colpito al 43′ da Valoti.