Tre partite in una settimana per chiudere il 2020. A partire da questa sera al Bentegodi, con l’Hellas Verona che ospita la Sampdoria, gialloblù che si presentano col 3-4-2-1 composto da Silvestri, Faraoni, Dawidowicz, Ceccherini; Lazovic, Veloso, Barak, Dimarco; Zaccagni, Salcedo; Di Carmine.

Poche le occasioni nei primi 45’: al 10’ destro da fuori area di Barak che viene murato dalla difesa blucerchiata, minuto 22 quando Zaccagni mette in mezzo, ma Audero coi pugni anticipa in uscita Dawidowicz. Al 24’ La Gumina di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, obbliga Silvestri a chiudere in corner. Si arriva al 32’ quando il tiro-cross di Lazovic si perde sul fondo, gialloblù che al 35’ sfiorano solo il gol con Barak che vince tre rimpalli e si presenta davanti ad Audero, centrocampista ceco che non riesce però a superare l’estremo difensore doriano. Primo cambio per i gialloblù al 38’, con Lovato al posto di Ceccherini. Passano due minuti quando Dimarco arriva al cross dal fondo sinistro, impegnando Audero, Sampdoria che al 41’ sfrutta al meglio il disimpegno errato di Dawidowicz, con Ekdal che da venticinque metri infila il pallone alle spalle di Silvestri.