Alla presenza del presidente dell’Hellas Verona, Maurizio Setti, del figlio Federico e del ds Tony D’Amico, seconda amichevole stagionale per i gialloblù di Di Francesco contro il Real Vicenza (squadra disoccupati, ndr).

Esordio per la seconda maglia della stagione 2021/22, scaligeri che si sono presentati col 3-4-3 composto da Pandur, Casale, Magnani, Ceccherini; Faraoni, Veloso, Tameze, Lazovic; Bragantini, Kalinic, Bessa.

Indisponibili Lasagna (operato questo pomeriggio al ginocchio sinistro, ndr) Lovato, Gunter e Hongla, lavoro a parte invece per Dawidowicz e Montipó.

Prima occasione al 5’ con la punizione, scoccata dal limite dell’area, di Veloso a lato di poco. Al 13’ destro di Bragantini a lato, mentre Lazovic al 24’ conquista il fondo sulla sinistra, palla in mezzo, ma non c’è nessuno pronto in area con la maglia gialloblù. Passa nemmeno un giro di lancette e la squadra di Di Francesco si porta in vantaggio con Bragantini, Primavera gialloblù che approfitta della ribattuta centrale della difesa ospite per trafiggere Belluco. Al 26’ colpo di testa di Kalinic ma l’estremo difensore del Real Vicenza respinge. Raddoppio al 31’ grazie allo scambio tra Bragantini e Kalinic, palla a Casale che trova l’angolo giusto per superare il portiere avversario. Destro a lato di Lazovic due minuti dopo, mentre a Faraoni di testa al 40’ manda il pallone sopra la traversa. Al 44’, contropiede del Real Vicenza, con Magnani che chiude il tentativo di Maistro in calcio d’angolo. Primo tempo che si chiude col doppio vantaggio a favore della squadra di Di Francesco.