L’attesa è finita. Il ritorno in Serie A dell’Hellas Verona si apre al Bentegodi contro il Napoli dell’ex Sarri, gialloblù di Pecchia che si presentano col 4-3-3 con Nicolas, Caceres, Ferrari, Heurtaux, Souprayen; Romulo, Buchel, Zaccagni; Cerci, Bessa, Verde. Panchina per Pazzini e B. Zuculini, entrambi per scelta tecnica. Prima del fischio iniziale, 1′ di raccoglimento per ricordare le vittime dell’attentato a Barcellona. La squadra di Sarri parte forte ed al 3′ con Insigne arriva alla conclusione da fuori area, respinta da Nicolas. Con Bessa falso nove, l’Hellas Verona punta più a contenere che ad attaccare, col Napoli che al 18′ ci prova ancora con Insigne, conclusione che termina alta sopra la traversa. Il n.24 protagonista anche un minuto dopo, ma Nicolas è attento e blocca a terra. Al 21′ calcia alto Hamsik, Napoli che mantiene il controllo del gioco, prima occasione per l’Hellas Verona che arriva al 24′ col destro di Bessa, servito da Romulo, che si perde sul fondo senza creare problemi a Reina. Al 26′ Nicolas evita il vantaggio al Napoli: Heurtaux si fa rubare palla da Hamsik sulla trequarti, pallone sulla destra a Callejon che arriva al tiro ma il portiere gialloblù chiude lo specchio della porta. Il gol è nell’aria e arriva al 32′: calcio d’angolo da sinistra di Callejon, sul secondo palo c’è Souprayen che involontariamente con un tocco fortuito manda il pallone alle spalle di Nicolas. Partita in salita per i gialloblù di Pecchia, col Napoli che ne approfitta e raddoppia al 39′ con Milik grazie al contropiede micidiale di Insigne che spiana la strada al Napoli per lo 0-2 al Bentegodi dopo i primi 45′. Al 42′ ci prova Cerci, con Reina che manda il pallone in calcio d’angolo.