L’Hellas Verona vuole confermarsi fatale per il Milan, gialloblù che si presentano al Bentegodi col 4-2-3-1 con Nicolas, Ferrari, Caracciolo, Heurtaux, Caceres; Buchel, Zuculini B.; Romulo, Valoti, Verde; Cerci. La sfida contro i rossoneri di Gattuso si apre coi cori ironici della Curva Sud rivolti a Donnarumma e Raiola. Il Milan ci prova subito al 1’ col tiro centrale di Calabria, blocca Nicolas, replica gialloblù al 10’ con Caceres. Al 18’ Kalinic dal limite dell’area impegna Nicolas che è costretto a salvarsi in calcio d’angolo. Al 22’ primo cambio forzato per i gialloblù, con Bessa al posto dell’infortunato Valoti, ma a sorpresa un minuto dopo l’Hellas Verona passa in vantaggio grazie al primo gol in Serie A di Caracciolo che di testa batte, sugli sviluppi del corner di Romulo, Donnarumma. I rossoneri cercano subito il pareggio con Kessie, ma Nicolas è attento. Doccia gelata per i tifosi gialloblù quando al 31’ anche Cerci è costretto al cambio causa infortunio (coscia sinistra) al suo posto Kean. In 9’ l’Hellas Verona perde sia Valoti che Cerci causa infortunio muscolare. Sforbiciata al volo di Montolivo dentro l’area gialloblù che termina alta al 33’, primo cartellino giallo del match sventolato in faccia a Bruno Zuculini. Al 37’ prima Nicolas e poi Heurtaux dicono no alla conclusione ravvicinata di Suso, n.8 rossonero che impegna dai venti metri su punizione Nicolas al 42’. Ultima occasione del primo tempo che si chiude dopo 4’ di recupero col vantaggio della squadra di Pecchia grazie al gol di Caracciolo.