Basta l’errore di un singolo e la giocata di Marusic per Immobile per gettare alle ortiche i primi 45′. Pecchia conferma titolare Bearzotti, ex Arezzo che si posiziona in attacco insieme a Pazzini e a Valoti, con Romulo terzino destro, Hellas Verona che si presenta col 4-3-3 con Nicolas, Romulo, Caracciolo, Heurtaux, Souprayen; Zaccagni, Zuculini B., Fossati; Bearzotti, Pazzini, Valoti. La Lazio si fa vedere all’11’ col tentativo sulla corsia di destra chiuso da Valoti, ospiti che tre minuti dopo, di testa con Leiva, trovano pronto Nicolas. Al 19′ arriva il primo tiro nello specchio della porta dei gialloblù con Bearzotti che da oltre 20 metri calcia centrale, senza creare problemi a Strakosha. Ma è la squadra di Simone Inzaghi a passare in vantaggio al 24′: Souprayen ingenuamente atterra in area gialloblù Marusic, è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Immobile che batte Nicolas. Raddoppio della Lazio al 41′ grazie all’azione personale di Marusic che parte sulla destra palla al piede dalla sua metà campo, verticalizzazione per Immobile che si fa 20 metri palla al piede bevendosi la difesa gialloblù e superando per la seconda volta Nicolas. Replica l’Hellas Verona al 43′ con la punizione di Fossati che obbliga Strakosha agli straordinari.