Tre partite in nove giorni per i gialloblù di Juric, a partire da questa sera quando al Bentegodi si presenta la Juventus. L’Hellas Verona col 3-4-2-1 composto da Silvestri, Magnani, Gunter, Lovato; Faraoni, Sturaro, Ilic, Dimarco; Barak, Zaccagni; Lasagna.

Passa poco più di un minuto quando il rinvio corto di Silvestri regala palla a Ramsey, portiere gialloblù che riesce a chiudere in calcio d’angolo. Al 4’ sinistro debole e centrale di De Light, sugli sviluppi di una punizione. Giro di lancette ed il destro di Ronaldo viene smorzato da Gunter, come quello di Chiesa che viene chiuso in corner dal centrale gialloblù. Al 6’ Barak per Faraoni, ma la squadra di Pirlo chiude in calcio d’angolo. Zaccagni da destra, all’8’, trova il colpo di testa di Faraoni, pallone che viene deviato sul palo da Szczesny. Al 13’ ottimo pressing di Sturaro, Zaccagni ruba palla, sulla corsa serve Dimarco ma il cross dell’esterno non trova pronto in area bianconera alcun gialloblù. Chiesa al 14’ si libera bene in area ed impegna Silvestri, ex Fiorentina che un minuto dopo supera facilmente Lovato, palla a Rabiot che però svirgola malamente. Al 25’ il sinistro di Ronaldo scoccato da fuori area non inquadra la porta, gialloblù che al 26’ arrivano al cross da sinistra di Zaccagni, sporca di testa Lasagna ma senza impensierire Szczesny. Al 34’ punizione Dimarco e colpo di testa sul fondo di Faraoni, mentre al 39’ contropiede con Lasagna ma l’attaccante si allunga troppo il pallone e finisce per scontrarsi con Szczesny. Primo tempo che si chiude a reti inviolate dopo 1’ di recupero.