Terza partita in nove giorni per l’Hellas Verona di Fabio Pecchia. Al Bentegodi si presenta l’Inter di Spalletti, gialloblù che confermano il modulo di Bergamo, 4-2-3-1 con Nicolas, Romulo, Caracciolo, Heurtaux, Souprayen; Bessa, Fossati; Verde, Cerci, Fares; Kean. Per Pazzini sesta panchina in undici giornate. Posticipo che si apre al 4’ col sinistro alto di Perisic, replicato all’8’ da Vecino che non inquadra la porta gialloblù difesa da Nicolas. Un minuto dopo si fa vedere l’Hellas Verona: buona trama di gioco sulla destra tra Romulo e Verde, palla a Cerci, sinistro dell’ex Atletico Madrid che viene però murato dalla difesa nerazzurra. Al 13’ cross di Romulo, con Skriniar che anticipa di testa Handanovic e manda il pallone in angolo. Minuto 15’ quando Verde cerca ma non trova sul primo palo Cerci, attaccante gialloblù che non riesce a controllare il pallone in area ospite. Due minuti dopo Icardi recupera il possesso sulla trequarti e arriva persino alla conclusione, sporca e direttamente sul fondo. Al 22’ conclusione ravvicinata ma debole di Vecino, facile da bloccare a terra per Nicolas. Il gol è nell’aria e arriva al 36’: cross da destra e colpo di testa vincente di Borja Valero, libero di saltare indisturbato in area gialloblù.