Muovere la classifica. È questo l’obiettivo dell’Hellas Verona al Bentegodi contro il Genoa, gialloblù di Fabio Pecchia che si presentano nel posticipo della 15ª giornata col 4-2-3-1 con Nicolas, Romulo, Caracciolo, Ferrari, Souprayen; Buchel, Zuculini B.; Bessa, Valoti, Verde; Cerci. Incoraggiante la partenza dei gialloblù, col tiro-cross al 5’ di Verde che si stampa sulla parte alta della traversa della porta difesa da Perin al 5’, due minuti dopo ci prova Pandev ma la sua conclusione viene prima smorzata dalla difesa gialloblù e poi bloccata da Nicolas. Azione personale all’8’ di Cerci, sinistro rasoterra però troppo debole. Ancora protagonisti i gialloblù col tiro dalla distanza di Souprayen, sinistro che termina però alto. Anche il mancino di Verde al 13’ non inquadra lo specchio della porta della squadra di Ballardini, ma è il Genoa pericoloso al 18’ con Bertolacci che apre troppo la conclusione, da comoda posizione, mandando il pallone direttamente sul fondo. Al 27’ il sinistro di Cerci, su assist di Romulo, non impensierisce Perin, cinque minuti dopo gran palla di Bessa sul primo palo, pallone troppo lungo però per Romulo. Primo tempo che si chiude col gol di Pandev al 46’ che regala il vantaggio alla squadra di Ballardini.