Si torna al Bentegodi dopo più di venti giorni, Hellas Verona che ospita nel posticipo della quarta giornata, il Genoa di Maran, gialloblù che si presentano con tante defezioni (8 indisponibili tra infortuni e positivi al Covid-19, ndr) confermando il 3-4-2-1 con Silvestri, Ceccherini, Lovato, Empereur; Faraoni, Vieira, Ilic, Lazovic; Tameze, Colley; Favilli.

Prima occasione al 10’ quando Lazovic vede la sovrapposizione di Ilic, palla in mezzo ma la difesa del Genoa chiude in calcio d’angolo. Passano due minuti ed il classe 2001 serbo, da sinistra, mette in mezzo ma il colpo di testa di Ceccherini si perde sul fondo. Ancora Ilic protagonista al 13’ quando ci prova dalla distanza, conclusione però centrale, bloccata a terra da Perin. Al 21’ Colley s’invola verso Perin ma il suo tiro è debole e centrale. Bella azione corale dei gialloblù, al 23’, sulla destra, con Faraoni che pennella per Colley ma il colpo di testa del n.90 non impensierisce Perin. Il Genoa si affaccia dalle parti di Silvestri prima con Radovanovic e poi con Rovella, ma è Pandev al 33’ ad impegnare il portiere gialloblù che è costretto a salvare in calcio d’angolo. Coast to coast di Colley subito dopo, attaccante che in diagonale obbliga Perin a chiudere in angolo. Al 41’ sugli sviluppi del calcio d’angolo di Ilic, colpo di testa deviato dal portiere del Grifone in corner. Primo tempo che si chiude a reti inviolate dopo 1’ di recupero.