Nella nebbia del Bentegodi, Fabio Grosso rilancia contro il Cittadella dal 1’ Bianchetti in difesa, Colombatto a centrocampo e Pazzini in attracco, 4-3-3 composto da Silvestri, Almici, Bianchetti, Caracciolo, Balkovec; Gustafson, Colombatto, Zaccagni; Matos, Pazzini, Lee. Parte decisamente meglio la squadra di Venturato, con Branca che al 3’ dalla distanza prova a sorprendere Silvestri, portiere gialloblù che blocca senza problemi. Nemmeno un giro di lancette ed il Cittadella colpisce la traversa con Panico: disimpegno di testa errato di Caracciolo, il pallone arriva sul vertice sinistro dell’area piccola, rovesciata spettacolare del n.17 patavino che si stampa sul legno. Ma è l’Hellas Verona a passare in vantaggio al 10’ grazie al quinto gol in campionato di Giampaolo Pazzini. Calcio d’angolo di Colombatto, spizzicata di Gustafson sul primo palo e piatto vincente del bomber gialloblù. “Fabio Grosso lascialo in panchina” cantano i tifosi gialloblù. Al 25’ ci prova direttamente su punizione Almici, con Paleari che blocca senza difficoltà. Contropiede del Cittadella un minuto dopo con Strizzolo, diagonale dell’attaccante che trova però pronto Silvestri che si distende bene sulla sua destra. Gran diagonale difensiva di Lee al 28’ che allontana la minaccia patavina, squadra di Venturato in due occasioni pericolosa con dei cross che non trovano maglie bianche in area gialloblù. Ma nel momento di sofferenza, l’Hellas Verona raddoppia grazie alla doppietta di Pazzini, autore di 6 gol in 8 presenze. Al 32’ Lee guadagna il fondo sulla destra, palla all’indietro per Colombatto, sinistro del centrocampista che viene deviato, il pallone arriva a Pazzini che in scivolata batte ancora una volta Paleari. Al 42’ Lee da oltre venti metri sfiora sfiora l’incrocio alla sinistra di Paleari, primo tempo che si chiude col doppio vantaggio a favore dei gialloblù grazie alla doppietta di Pazzini.