Con Pazzini in tribuna, l’Hellas Verona di Pecchia si presenta al Bentegodi contro l’Ascoli degli ex Aglietti e Cacia col 4-3-3 con Nicolas, Ferrari A., Caracciolo, Bianchetti, Souprayen; Zuculini F., Fossati, Romulo; Bessa, Cappelluzzo, Siligardi.

Per l’attaccante classe 1996 10ª presenza in campionato, la seconda da titolare e settima partita consecutiva.

Parte forte l’Hellas Verona e dopo 3′ con Franco Zuculini guadagna il fondo sulla destra, pallone per Bessa che chiama Lanni alla chiusura in calcio d’angolo. Due minuti dopo s’invola Siligardi verso la porta dell’Ascoli, difesa marchigiana che chiude ancora una volta in corner e sugli sviluppi Cappelluzzo colpisce debolmente di testa. Ex Pescara protagonista anche al 19′ quando non trova il pallone su invito di Souprayen. Ci prova (25′) ancora di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo la squadra di Pecchia con Alex Ferrari, pallone che termina abbondantemente sopra la traversa, ex Bologna che calcia alto quattro minuti dopo. Franco Zuculini al 31′ calcia centrale e per Lanni è facile bloccare a terra il pallone, gialloblù che non riescono a concretizzare come al 41′ quando il sinistro di Siligardi è potente ma centrale. Primo tempo privo di emozioni che si chiude così a reti inviolate.