Allo stadio Scida di Crotone, l’Hellas Verona di Fabio Grosso si presenta senza gli infortunati Di Carmine e Pazzini, lanciando dal 1’ l’ex bomber della Primavera gialloblù, Lubomir Tupta. Esordio da titolare anche per Dawidowicz. I gialloblù confermano il 4-3-3 con Silvestri, Almici, Caracciolo, Marrone, Crescenzi; Henderson, Dawidowicz, Colombatto; Matos, Tupta, Laribi. Al 6’ cross da destra di Faraoni, pallone che è prenda facile di Silvestri, ci prova subito dopo il veronese Nalini ma il pallone si perde in curva. Replicano i gialloblù col cross insidioso di Almici che crea più di qualche grattacapo alla retroguardia calabrese. Hellas Verona che passa in vantaggio al 14’ grazie alla prima rete in gialloblù del centrocampista scozzese, Liam Henderson. L’ex Bari sfrutta al meglio l’ottima azione sulla corsia di destra di Matos ed appostato sul secondo palo batte Festa. Gialloblù ancora pericolosi sempre con Matos che trova Laribi ma l’ex Cesena non riesce ad imprimere la giusta potenza e precisione al pallone. Replica il Crotone al 18’ con Faraoni, cross da destra che attraversa tutta l’area gialloblù ed un minuto dopo i centimetri di Simy creano qualche grattacapo alla difesa gialloblù. Marrone al 23’ chiude in calcio d’angolo la conclusione di Faraoni e Martella calcia alto da oltre venti metri. Crotone ancora pericoloso al 26’ col tiro sull’esterno della rete, alla sinistra di Silvestri, di Nalini. Incredibile l’errore di Tupta al 27’ Tupta quando supera in velocità Sampirisi ma a tu per tu con Festa calcia a lato. Al 29’ colpo di testa di Faraoni dove Silvestri non può fare altro che volare e smanacciare in calcio d’angolo. Matos sulla destra fa quello che vuole col pallone tra i piedi ed al 39’ serve Tupta che di prima intenzione calcia alto. Primo tempo che si chiude con l’ex bomber della Primavera ancora protagonista: il n.28 gialloblù si invola verso la porta difesa da Festa, servito da Henderson, e calcia di poco a lato dopo un’ottima azione personale.