L’Hellas Verona si presenta allo stadio Rigamonti di Brescia con la novità Fares dal 1′, confermando il 4-3-3 con Nicolas, Ferrari A., Caracciolo, Bianchetti, Souprayen; Romulo, Zuculini B., Zaccagni; Bessa, Pazzini, Fares.

Al 5′ occasione per la squadra di Brocchi con la mezza rovesciata di Caracciolo, bloccata senza problemi da Nicolas. Mauri due minuti dopo tenta il pallonetto, rondinelle che al 9′ arrivano al colpo di testa con Caracciolo, su invito di Mauri, ma il portiere gialloblù blocca a terra senza problemi. L’Hellas Verona con l’ex Antonio Caracciolo (fischiatissimo, ndr) prova con una girata dentro l’area bresciana a sorprendere Minelli ma il pallone termina sul fondo. Bruno Zuculini arriva alla conclusione da oltre venti metri senza trovare però lo specchio della porta, primo cartellino giallo sventolato in faccia a Bianchetti al 20′. Gialloblù che al 23′ arrivano al cross da destra con Romulo, ma Pazzini non riesce a schiacciare in rete l’assist dell’italo-brasiliano. La prima vera occasione della partita arriva al 26′ col destro potente e preciso di Bessa che obbliga Minelli a chiudere in calcio d’angolo. L’Hellas Verona alza il ritmo ed al 35′ passa con merito allo stadio Rigamonti grazie alla seconda rete in campionato di Zaccagni, abile nel finalizzare al meglio l’ottima azione corale dei gialloblù di Pecchia. Primo tempo che si chiude con l’ammonizione a Bruno Zuculini, utile specie in fase di copertura.