Per la seconda trasferta consecutiva, l’Hellas Verona di Fabio Pecchia conferma il 4-3-3 anche allo stadio Vigorito di Benevento e la stessa formazione che ha pareggiato nel turno precedente a Salerno, con Nicolas, Pisano, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Bessa, Fossati, Romulo; Luppi, Ganz, Siligardi.

Ci prova subito il Benevento, cross sul secondo palo dove non riesce però a controllare il pallone Melara in area gialloblù. Replicano i gialloblù al 5′ con Bessa, ma la conclusione dell’ex Inter è debole e centrale. La partita si mette subito in salita per l’Hellas Verona: al 6′ fallo da ultimo uomo di Caracciolo ed espulsione diretta del centrale scaligero. Pecchia corre subito ai ripari arretrando Romulo a terzino destro e spostando al centro della difesa Pisano, senza effettuare così il primo cambio. Luppi al 19′ prova a sorprendere da fuori area Cragno, ma il portiere campano è attento e blocca a terra. Al 28′ Benevento pericoloso: Bianchetti perde palla in area gialloblù sul pressing di Melara, ma Ceravolo si deve poi accontentare solo del calcio d’angolo grazie al ritorno in extremis di Fossati. L’azione più pericolosa dell’Hellas Verona arriva al 35′, Souprayen attraversa tutta l’area di rigore giallorosa senza trovare pronto alcun giocatore dell’Hellas Verona. Ma è il Benevento a passare in vantaggio allo stadio Vigorito, al 37′ grazie al secondo gol consecutivo di Filippo Falco. Il numero 20 giallorosso da fuori area trova lo spiraglio giusto per battere Nicolas sulla sua sinistra e chiudere così il primo tempo col vantaggio della squadra di Baroni.

Nella foto Hellas Live, i 226 Butei presenti a Benevento.