Al Gewiss Stadium di Bergamo, ultima trasferta in campionato del 2019 per l’Hellas Verona di Juric. L’allievo Ivan in casa del maestro Gian Piero. I gialloblù confermano il 3-4-1-2 con Silvestri, Rrahmani, Dawidowicz, Bocchetti; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Pessina; Zaccagni, Di Carmine.

Prima occasione al 3’ col tiro scoccato dal limite dell’area di Lazovic murato dalla difesa bergamasca. Cinque minuti dopo provvidenziale chiusura in tackle di Rrahmani su Castagne. All’11’ indecisione in uscita di Silvestri ma Muriel, per fortuna, non ne approfitta, portiere gialloblù che si rifà subito con gli interessi chiudendo lo specchio della porta. La squadra di Juric tiene testa alla Dea ed al 23’ passa in vantaggio: la difesa di casa dorme sulla rimessa laterale di Faraoni e Di Carmine ne approfitta per battere, in diagonale, l’ex Gollini. Per l’attaccante gialloblù, secondo gol in campionato.
Timida la replica dell’Atalanta con la conclusione diretta in curva di Hateboer al 35’, stesso copione per il destro di Gomez due minuti più tardi. Lazovic protagonista nel finale di primo tempo con due sgroppate sulla sinistra che mettono in difficoltà l’Atalanta, squadra di Gasperini che al 43’ ristabilisce la parità grazie al sinistro di Malinovski che si infila dritto sotto il sette alla destra di Silvestri. Prima frazione di gioco che si chiude, dopo 2’ di recupero, col provvidenziale intervento di Rrahmani su Muriel lanciato a rete.