Var protagonista nei primi 45’ allo stadio Atleti Azzurri d’Italia. Per il secondo turno infrasettimanale della Serie A, l’Hellas Verona cambia modulo e si presenta a Bergamo col 4-4-1-1, 4-2-4 in fase offensiva con Nicolas, Romulo, Heurtaux, Caracciolo, Souprayen; Bessa, Fossati, Fares; Verde, Kean, Cerci. Dopo poco più di un minuto dal fischio iniziale, sinistro centrale di Gomez bloccato da Nicolas. Al 7’ protagonista il portiere gialloblù con una gran parata sulla girata in area di Toloi. L’Hellas Verona c’è e all’8’ spreca una clamorosa occasione con Kean, su invito di Cerci, attaccante di proprietà della Juventus che calcia alto da comoda posizione. Al 10’ Gomez calcia alto da fuori area e due minuti dopo Souprayen fa muro sul piatto di Hateboer. Replicano i gialloblù con Romulo al 14’, destro del jolly Italo-brasiliano che viene ribattuto in calcio d’angolo. Ilicic spedisce in curva il pallone al 16’ e tre minuti dopo sinistro alto di poco del gigante danese nerazzurro Cornelius. Un altro errore importante quello di Kean al 26’ quando viene imbeccato da Cerci ma calcia debolmente da posizione invitante tra le braccia di Gollini. Al 32’ il sinistro di Cerci trova la deviazione di Caldara, Atalanta che si salva in calcio d’angolo. Il VAR al 32’ annulla un gol ai padroni di casa per fuorigioco di Cornelius, VAR protagonista anche al 38’ quando viene annullato un gol ai gialloblù per fuorigioco di Kean. Primo tempo che si chiude a reti inviolate, ultima occasione per l’Atalanta con la deviazione ravvicinata di de Roon che si perde sul fondo.