Tre passi fondamentali verso la Serie A. A due giornate dal termine della stagione regolare, grazie ai successi di Verona e Frosinone, si è creato in classifica l’atteso distacco tra la terza e la quarta, +10 che vorrebbe dire promozione diretta per le attuali prime tre in classifica, facendo saltare così i playoff. Allo stadio Comunale di Chiavari, l’Hellas Verona di Fabio Pecchia conferma il 4-3-3 con Nicolas, Pisano, Ferrari, Caracciolo, Romulo; Zaccagni, Fossati, Bessa; Siligardi, Pazzini, Luppi. Parte forte la squadra dell’esordiente Castorina che dopo appena 1′ con Catellani obbliga Nicolas alla chiusura in calcio d’angolo, Virtus Entella pericolosa anche nell’azione seguente con Caputo. L’Hellas Verona prende le misure e al 4′ passa in vantaggio grazie all’ottava rete in campionato di Daniel Bessa, abile nel superare con una conclusione in diagonale da fuori area il portiere Iacobucci, complice anche una deviazione dell’ex Ceccarelli. Passano 6′ dal vantaggio gialloblù e l’Hellas Verona raddoppia grazie al colpo di testa vincente di Pisano sugli sviluppi di un calcio d’angolo. I padroni di casa ci provano dalla distanza al 24′ con Zaniolo ma il suo destro si perde sul fondo. È il turno di Siligardi al 29′, sinistro che trova sul secondo palo Luppi che non riesce però nel tap-in vincente. Primo cartellino giallo al 37′ per Ferrari, ex Bologna che al 40′ mura di testa la conclusione di Zaniolo, mentre Siligardi 60” dopo calcia di poco a lato alla sinistra di Iacobucci, gialloblù che si presentano negli spogliatoi dopo di recupero con il doppio vantaggio grazie alle reti Bessa e Pisano. Il secondo tempo si apre col diagonale dopo 38” di Caputo bloccato da Nicolas, ma è l’amato ex Ceccarelli a mettere i brividi al 48′ al portiere scaligero con una bella conclusione che lambisce il palo. Replica l’Hellas Verona con Bessa ma il suo destro non crea problemi a Iacobucci. Virtus Entella che al 54′ accorcia le distanze dagli undici metri per il fallo in area gialloblù commesso da Caracciolo su Catellani. Dal dischetto si presenta Caputo che non dà scampo a Nicolas. Pecchia al 60′ manda in campo Troianiello al posto di Luppi, primo cambio per i gialloblù. Pazzini cerca ma non trova la porta della Virtus Entella, gialloblù che sotto una pioggia battente con le unghie e con i denti difendo il vantaggio, successo che avvicina sempre più l’Hellas Verona alla Serie A. Ferrari al 72′ di testa sugli sviluppi del calcio d’angolo di Siligardi, manda il pallone a lato, mentre Pecchia all’86’ manda in campo Fares al posto di uno stremato Bessa. I minuti di recupero sono 4, ci prova al 92′ Caputo di testa ma il pallone si perde sul fondo e al 93′ viene espulso Di Paola. Al triplice fischio finale è l’Hellas Verona che può così festeggiare la meritata vittoria (la 20ª in campionato, ndr) di Chiavari insieme ai quasi 1000 tifosi gialloblù a seguito.