Solo una vittoria avrebbe permesso all’Hellas Verona di tenere vive le speranze salvezza. Niente da fare purtroppo, gialloblù che non vincono in campionato da più di sette mesi, ultimo successo datato 17 maggio, al Bentegodi contro l’Empoli. Hellas Verona che chiude così il 2015 con appena 8 punti in campionato dopo diciassette giornate.

Delneri si presenta al Bentegodi contro il Sassuolo col 4-2-3-1, con Gollini, Sala, Bianchetti, Moras, Souprayen; Viviani, Hallfredsson; Siligardi, Ionita, Wszolek; Toni. Passano appena 41 secondi e arriva subito il primo cartellino giallo del match, sventolato in faccia a Hallfredsson per una brutta entrata a centrocampo su Pellegrini. Al 10′ Siligardi calcia addosso a Cannavaro, ritmi che restano blandi allo stadio Bentegodi. Prova ad alzarli il Sassuolo al 13′ con Floccari che a tu per tu con Gollini calcia addosso al portiere gialloblù. Tre minuti dopo Laribi da comoda posizione non riesce a superare Gollini, Sassuolo sempre pericoloso ogniqualvolta si presenta in area gialloblù. L’Hellas Verona ci prova senza fortuna al 19′ con Siligardi, ma il suo cross viene allontanato da Acerbi, neroverdi che al 25′ arrivano alla conclusione con Politano, ma il suo sinistro termina alto sopra la traversa. Il gol è nell’aria e arriva al 34′: cross da destra di Vrsaljko e colpo di testa vincente di Floccari indisturbato in area gialloblù. Ma c’è subito la reazione dell’Hellas Verona che al 38′ trova il pareggio. Cross da destra di Wszolek e tap in vincente di Toni che eguaglia (48 reti) così Elkjaer e realizza la sua terza rete in campionato, la seconda consecutiva, la prima su azione. Primo tempo che si chiude sull’1-1 al Bentegodi.

Il Sassuolo parte forte anche ad inizio ripresa e dopo soli 2′ Floccari impegna subito Gollini, Hellas Verona che al 5′ si fa notare per l’ammonizione a Sala. Il jolly gialloblù era in diffida quindi non sarà a disposizione di Delneri per la trasferta di Torino in casa della Juventus alla ripresa del campionato. Neroverdi ancora pericolosi al 12′ con Politano che colpisce il palo alla sinistra di Gollini, gialloblù che al 15′ effettuano un doppio cambio: Pazzini e Greco per Siligardi e Hallfredsson, Hellas Verona col 4-4-2. Al 16′ Pazzini si fa subito notare con una bella girata al volo su assist di Viviani, ma Consigli è attento e chiude in angolo. Ci prova al 20′ l’ex Roma ma il suo destro debole e impreciso. Stesso copione quattro minuto dopo con Greco, ma è il Sassuolo invece senza troppe difficoltà si presentarsi regolarmente dalle parti di Gollini, come al 25′ quando risulta essere decisiva la chiusura di tacco di Moras su Floro Flores. Alla squadra di Delneri servono solo i tre punti ed al 27′ ci prova Wszolek, ma il tiro del polacco è centrale e blocca senza problemi Consigli. Provvidenziale il salvataggio sulla linea di porta di Sala al 32′ su Floro Flores, Hellas Verona che ci prova al 40′ con Toni ma il sinistro del capitano gialloblù è troppo debole e centrale, come due minuti più tardi con Bianchetti che calcia su Consigli a tu per tu col portiere neroverde. E su questa occasione fallita si spengono le speranze veronesi.