Quando meno te lo aspetti, l’Hellas Verona agguanta un insperato pareggio in casa del Torino. Si decide tutto in tre minuti. L’Hellas Verona prima accorcia le distanze all’87’ e poi agguanta il pareggio al 90′ su rigore allo stadio Grande Torino-Olimpico. Primo gol su azione dei gialloblù, ma sono ben 16 invece quelli subiti. Pecchia fa riaccomodare in panchina Pazzini, fiducia dal 1′ a Kean. Con Fares terzino sinistro al posto di Souprayen. Pecchia parte per la quarta volta in campionato col Pazzo escluso dai titolari, 4-3-3 con Nicolas, Caceres, Ferrari, Caracciolo, Fares; Romulo, Zuculini B., Bessa; Verde, Kean, Cerci. L’Hellas Verona arriva subito alla conclusione in porta dopo 1’30” con Verde, conclusione però troppo centrale, bloccata senza problemi da Sirigu. Replicano i granata al 4′ con Rincon che calcia alto dal limite dell’area gialloblù. Kean subito dopo libera bene Cerci sulla destra, l’ex Torino arriva al cross ma in area granata non c’è nessuno. Al 9′ Hellas Verona pericoloso prima con Kean e poi con Verde ma la squadra di Pecchia non riesce ad impensierire l’estremo difensore ex Psg. Gialloblù vicini al vantaggio al 18′: grande azione sulla destra di Caceres, uno-due con Kean, tiro a giro del difensore uruguaiano che esce di poco alla destra del portiere granata. Momento positivo della squadra di Pecchia che al 19′ arriva alla conclusione con Fares che obbliga Sirigu a chiudere in angolo. Ma nel momento migliore dei gialloblù, è il Torino a passare in vantaggio. Nel momento migliore dell’Hellas Verona, il Torino passa in vantaggio. Gran giocata al 31′ di Ljajic che serve sulla destra Ansaldi, palla in area gialloblù dove c’è Iago Falque che da comoda posizione batte Nicolas. Romulo chiede il cambio per un problema alla spalla destra al 32′, al suo posto Valoti. Primo tempo che si chiude col Torino che al 44′ trova il 2-0 grazie al primo gol con la maglia granata di Niang. Primo tempo che si chiude coi 358 tifosi gialloblù che invitano l’allenatore Fabio Pecchia a fare le valigie. Nel secondo tempo, in campo Heurtaux al posto dell’infortunato Caceres (problemi alla spalla, ndr) linea a quattro di Ferrari a destra, Caracciolo e l’ex Udinese al centro, con Fares confermato a sinistra. Al 3′ Kean serve Bessa che arriva al tiro ma non riesce ad angolare il pallone, preda facile di Sirigu. Un minuto dopo Cerci trova Kean in area granata, ma il colpo di testa del n.9 gialloblù non inquadra la porta granata. Al 7′ Ljajic sbaglia clamorosamente il gol del 3-0 calcia male da comoda posizione. Il Torino ha vita facile e al 12′ arriva alla conclusione dal limite dell’area con Rincon. Kean subito dopo spara alto, gialloblù che al 14′ effettuano il terzo ed ultimo cambio con Pazzini al posto di Verde. Ancora protagonista Kean, conclusione però centrale bloccata senza problemi da Sirigu. Al 15′ uno-due tra Niang e Ljajic, conclusione dell’ex Fiorentina che obbliga Nicolas a chiudere in angolo. Portiere gialloblù protagonista subito dopo sul tiro ravvicinato di Belotti. I tifosi gialloblù indirizzano cori anche contro Setti e Fusco, Hellas Verona che al 20′ ci prova col colpo di testa di Valoti alto sopra la traversa sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Cerci. Al 24′ pallone troppo alto per Pazzini e lungo per Cerci su invito di Fares, gialloblù che tre minuti dopo vanno vicini al gol con Ferrari che calcia di poco a lato alla sinistra di Sirigu su assist di Cerci. Ferrari trova Pazzini ma il colpo di testa termina alto, Torino che chiude in dieci per l’infortunio di Belotti al 36′. Al 42′ clamorosa traversa da due passi di Kean, pallone che finisce a Cerci che gonfia la rete granata ma l’ex Torino è in posizione di fuorigioco. Ma quando tutto sembra ormai scritto, l’Hellas Verona riemerge. Prima accorcia le distanze con Kean all’87’ grazie alla prima rete realizzata su azione dai gialloblù (confermata dal VAR, ndr) poi al 90′ dagli undici metri trova il definitivo 2-2 con Pazzini. Gialloblù che chiudono anche loro in dieci il match per l’espulsione per doppia ammonizione di Bruno Zuculini. Un segnale forte quello della squadra di Fabio Pecchia a Torino.