Sfuma solo ad una manciata di minuti dal triplice fischio finale, la vittoria dei gialloblù di Juric a Torino. Hellas Verona che per la settima trasferta consecutiva riesce comunque ad andare a punti.

A distanza di tre giorni dal successo di La Spezia, i gialloblù si presentano allo stadio Olimpico “Grande Torino” contro i granata di Giampaolo col 3-4-2-1 composto da Silvestri, Dawidowicz, Gunter, Ceccherini; Faraoni, Veloso, Tameze, Dimarco; Barak, Zaccagni; Kalinic

Dopo poco più di 30 secondi, scontro aereo tra Belotti e Dawidowicz, con entrambi i giocatori costretti all’intervento dei sanitari. Juric chiede maggiore attenzione ed arriva al faccia a faccia col quarto uomo che chiede calma al tecnico scaligero. Al 3’ Faraoni chiude in angolo il tentativo di cross di Murru. Subito dopo, Dawidowicz ancora protagonista sul tiro di Lukic, polacco che rimane frastornato ma recupera subito la posizione dopo aver subito la pallonata ravvicinata del n.7 granata. Ottima diagonale di Faraoni al 7’ su Gojak in area gialloblù, esterno scaligero che tre minuti dopo mette in mezzo ma Barak non riesce ad agganciare. Timido e centrale il sinistro di Belotti al 16’, bloccato a terra senza problemi da Silvestri, replica l’Hellas Verona con Kalinic al 18’ ma la girata dell’attaccante trova pronto Sirigu. Al 22’ Dimarco crossa sul secondo palo, ma la difesa granata devia in calcio d’angolo, anticipando sia Kalinic che Faraoni. Primo cambio per i gialloblù, con Veloso che chiede il cambio due minuti dopo (problema muscolare, ndr) al suo posto Ilic. Doppia conclusione di Belotti murata in entrambe le occasioni da Gunter al 35’, primo tempo che si chiude a reti inviolate dopo 3’ di recupero.

La ripresa si apre col secondo cambio per l’Hellas Verona, con Lovato al posto di Dawidowicz. Prima occasione per i granata al 7’ con la conclusione di Lukic che viene deviata in corner da Ilic. Terzo cambio per i gialloblù al 10’, con Di Carmine al posto di Kalinic. Ci prova da fuori area Tameze, al 20’, ma il muro granata tiene, Torino che ci prova con Lukic ma la sua conclusione si perde sul fondo alla destra di Silvestri. Gialloblù che un minuto dopo passano grazie all’eurogol di Dimarco. Assist di Zaccagni al bacio per l’esterno scaligero che al volo, di sinistro, trova il diagonale perfetto che non dà alcuna possibilità a Sirigu. Al 27’ i gialloblù hanno anche l’occasione per raddoppiare, ma Barak calibra male il traversone. Salvataggio di Gunter sulla linea di porta al 31’, con Silvestri a terra dopo lo scontro con Ceccherini. Quarto e quinto cambio per i gialloblù, con Ruegg e Magnani al posto di Zaccagni e Tameze al 37’. Ma è il Torino, due minuti più tardi, a trovare il pareggio: errore in disimpegno di Faraoni che regala il pallone a Bremer, n.3 granata che da comoda posizione si trova il pallone sui piedi e batte Silvestri. Si gioca sino al 94’, Hellas Verona che in casa del Torino conquista il 24º punto da aggiungere alla propria classifica.