Come la marcia ben la squadra di Fabio Pecchia. Allo stadio Picco di La Spezia, l’Hellas Verona inanella la nona vittoria in campionato, il decimo risultato utile consecutivo e conferma così il primato in solitaria.

Per la tredicesima giornata del campionato cadetto, i gialloblù si presentano allo stadio Picco di La Spezia confermando il 4-3-3 con Nicolas, Pisano, Caracciolo, Cherubin, Souprayen; Romulo, Fossati, Bessa; Siligardi, Pazzini, Luppi.

La squadra di Di Carlo dopo appena 2′ si rende pericolosa col tiro-cross di Granoche, ma Cherubin è attento e spazza. Al 3′ Siligardi serve sulla sinistra Luppi, l’ex Modena al posto di tirare in porta cerca ma non trova sul secondo palo Romulo, difesa dello Spezia che ha così il tempo di allontanare la minaccia senza troppi problemi. La qualità dell’Hellas Verona è nettamente superiore ai diretti avversari, gialloblù che riescono a sbloccare il risultato al 16′ grazie al primo gol in campionato di Fossati. L’ex Cagliari recupera palla fuori area e complice la deviazione della difesa dello Spezia, supera Chichizola e porta così in vantaggio i gialloblù di Pecchia. Fossati è l’undicesimo giocatore ad essere andato in rete in questo campionato con la maglia dell’Hellas Verona. L’Hellas Verona cerca il raddoppio al 22′ ma Il sinistro di Siligardi è centrale e Chichizola blocca senza problemi. Ci pensa poi la squadra di Pecchia a riaprire la partita allo stadio Picco. Al 27′ Pisano e Nicolas non si capiscono, portiere gialloblù che atterra in area gialloblù Piu. Calcio di rigore e cartellino giallo per l’estremo difensore veronese, tra le proteste del pubblico di casa che chiedeva l’espulsione. Dagli undici metri si presenta Granoche che batte Nicolas e regala così il pareggio ai padroni di casa. I gialloblù tornano a dettare i tempi e al 30′ tornano in vantaggio: Siligardi cerca Pazzini in area spezzina, il bomber gialloblù viene anticipato da Datkovic che batte così il compagno di squadra Chichizola. Primo tempo che si chiude con la provvidenziale uscita di Nicolas su Valentini al 42′ che salva il risultato.

Nessun cambio ad inizio ripresa per la squadra di Pecchia, ripresa che si apre col cartellino giallo sventolato in faccia al 9′ a Pazzini, Spezia che un minuto più tardi impegna sul primo palo Nicolas al 10′ con Migliore, replica Romulo con la conclusione sul primo palo respinta in angolo da Chichizola. L’Hellas Verona detta i tempi e al 15′ cala il tris: Romulo serve al limite dell’area Fossati, piatto destro dritto sotto il sette dell’ex Cagliari che sigla così la sua doppietta personale. Primo cambio per i gialloblù al 18′, con Zuculini al posto di Fossati e al 26′ Fares subentra a Luppi. Ma la partita dell’ex Bologna termina con largo anticipo e al 34′ Zuculini é costretto a chiamare il cambio per infortunio, al suo posto Zaccagni. Al 38′ secondo cartellino giallo per Datkovic e Spezia in inferiorità numerica. C’è spazio anche il quarto gol dell’Hellas Verona. Al 44′ Romulo si invola verso la porta dello Spezia e con un pallonetto supera Chichizola. Partita che si chiude con l’ingenua espulsione di Fares a tempo oramai scaduto.

Al triplice fischio finale, l’Hellas Verona festeggia insieme ai 469 tifosi gialloblù arrivati in Liguria i 30 punti conquistati in classifica dopo tredici giornate.