Profumo di Serie A questa sera a Trento. Sesta amichevole pre-campionato per l’Hellas Verona di Ivan Juric. Allo stadio Briamasco, i gialloblù si presentano col 3-4-2-1 formato da Silvestri, Rrahmani, Kumbulla, Empereur; Faraoni, Badu, Veloso, Vitale; Henderson, Tupta, Di Carmine. Posizione inedita in campo per lo scozzese, alle spalle del bomber gialloblù. Nemmeno in panchina, Daniel Bessa, oramai sempre più separato in casa. La Curva Sud (presenti più di 500 tifosi scaligeri, ndr) ha esposto lo striscione “Ciao Carla” per ricordare la storica magazziniera gialloblù scomparsa nei giorni scorsi. In tribuna presente il numero uno del club veronese, Maurizio Setti, insieme al ds D’Amico. Al 15’ la prima occasione del match sul sinistro di Petagna, tiro centrale bloccato da Silvestri. Ancora Spal protagonista un minuto dopo col diagonale di Strefezza a lato di poco, alla sinistra del portiere gialloblù. Al 21’ primo tiro in porta dell’Hellas Verona con Veloso, fuori, scaligeri che non trovano lo specchio della porta anche sei minuti dopo con Tupta. Al 30’ il sinistro dell’ex D’Alessandro si perde in curva mentre su invito di Veloso su punizione al 45’ Rrahmani non riesce a battere Berisha da comoda pozione, primo tempo che termina a reti inviolate — La ripresa si apre coi gialloblù in campo con Silvestri, Rrahmani, Kumbulla, Empereur; Faraoni, Badu, Veloso, Vitale; Zaccagni, Lee; Di Carmine. Al 3’ la conclusione di Dos Santos termina a lato, replica gialloblù con Zaccagni cinque minuti dopo ma il centrocampista non s’intende con Di Carmine. Bene Rrahmani, difensore che spesso e volentieri, previa copertura, non disdegna di sganciarsi per aiutare la manovra offensiva. Al 14’ il sinistro Valoti viene deviato in calcio d’angolo e lo stesso ex gialloblù colpisce il palo alla destra di Silvestri. Un minuto più tardi Dawidowicz prende il posto di Empereur, mentre al 18’ il portiere gialloblù chiude la porta sulla botta ravvicinata di D’Alessandro. Al 23’ Pazzini prende il posto di un esausto Di Carmine mentre al 29’, Marrone e Danzi per Veloso e Badu. Juric al 31’ manda in campo Crescenzi e Ragusa per Vitale e Faraoni, assetto tattico che non cambia per gli scaligeri. Dieci minuti dopo destro di Lee bloccato da Berisha, ultima occasione dell’amichevole pareggiata contro la squadra di Semplici.