Bello e concreto quasi da non credere. Anche in inferiorità numerica, per oltre 20’ della ripresa. Seconda vittoria in campionato (la prima ed unica era datata 16 ottobre contro il Benevento, ndr) per l’Hellas Verona di Fabio Pecchia. Dopo cinque sconfitte consecutive, al Mapei Stadium in mostra il più bel Verona della stagione. Dopo il ritiro di Collecchio a seguito della sconfitta contro il Bologna, l’Hellas Verona di Fabio Pecchia si presenta in casa del Sassuolo col 4-2-3-1 con Nicolas, Caceres, Caracciolo, Heurtaux, Fares; Zuculini B., Buchel; Romulo, Valoti, Verde; Cerci. La partita al Mapei Stadium si apre col saluto dei tifosi gialloblù al presidente, direttore sportivo ed allenatore gialloblù. Sassuolo che ci prova subito al 3’ con Berardi, attaccante neroverde che non riesce però nella girata al volo. Ancora protagonisti i padroni di casa col sinistro di Matri alto al 5’, Hellas Verona che replica al meglio un minuto dopo con l’ottima verticalizzazione di Buchel per Cerci, assist per Valoti ma il diagonale dell’ex Milan viene chiuso da Consigli. Primo cartellino giallo al 12’ a Heurtaux per fallo da dietro su Matri, Hellas Verona ancora pericoloso al 21’ con Valoti, diagonale a botta sicura dove Consigli si supera salvandosi in angolo. Il gol è nell’aria, la squadra di Pecchia merita il vantaggio che arriva al 22’: Cerci da destra mette in mezzo e dopo una serie di rimpalli, il più lesto di tuti dentro l’area piccola è Bruno Zuculini che supera così Consigli e sigla la sua seconda rete personale in campionato. Il Sassuolo non riesce a limitare il gioco dei gialloblù, Hellas Verona che con merito raddoppia al 32’ grazie alla rete di Daniele Verde, su assist di oltre trenta metri di Romulo. L’ex Avellino controlla il pallone e di piatto gela Consigli ed il Mapei Stadium. E per la seconda volta in questo campionato, l’Hellas Verona va negli spogliatoi in vantaggio. SECONDO TEMPO. Pecchia conferma l’undici iniziale, Sassuolo che cerca di rientrare in partita come al 59’ quando il sinistro di Berardi si perde di poco sopra la traversa della porta difesa da Nicolas. Al 60’ Pazzini prende il posto di Cerci, ma è il neoentrato Falcinelli ad impensierire di testa Nicolas. Al 69’ secondo cartellino giallo per il difensore Heurtaux che lascia così in dieci i gialloblù di Pecchia al Mapei Stadium. Con l’espulsione dell’ex Udinese, Romulo terzino destro e Caceres al centro della difesa. All’80’ secondo cambio per i gialloblù, con Souprayen al posto di Verde, ma è il Sassuolo che tenta invano con Scamacca all’82’ di superare Nicolas. Terzo ed ultimo cambio per i gialloblù, con Bessa al posto di Pazzini all’86’. Tentativo disperato del modesto Sassuolo all’89’ ma Nicolas chiude la porta al doppio tentativo della squadra di Bucchi. Ultima occasione a favore dei gialloblù col diagonale di Romulo che trova pronto Consigli. Una vittoria fortemente voluta e cercata dalla squadra di Pecchia che permette all’Hellas Verona di salire in classifica a quota 9 punti, dopo 14 giornate.