Un Hellas Verona nettamente superiore alla Salernitana non basta per tornare a casa con l’intera posta in palio. La squadra di Pecchia, quasi perfetta nel primo tempo, non riesce a dare il colpo del ko alla squadra di Sannino nel primo tempo e al triplice fischio finale, la Salernitana ringrazia.

Allo stadio Arechi di Salerno per l’Hellas Verona di Fabio Pecchia. I gialloblù A distanza di cinque anni, l’Hellas Verona torna allo stadio Arechi di Salerno insieme a 111 tifosi arrivati da Verona. I gialloblù confermano il 4-3-3 e si presentano con Nicolas, Pisano, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Romulo, Fossati, Bessa; Siligardi, Ganz, Luppi.

Passano 5′ e l’Hellas Verona si trova già in vantaggio: Luppi sulla sinistra semina il panico, palla in mezzo per Ganz che da bomber vero si gira magistralmente in area granata e con un destro preciso batte Terracciano. I gialloblù dettano i tempi e al 15′ l’Hellas Verona va vicino al raddoppio. Ganz riesce a mettere in mezzo, da terra ci arriva in qualche modo alla conclusione Luppi ma il portiere della Salernitana chiude. Alto il ritmo della squadra di Pecchia come al 18′ quando Bessa ci prova dalla distanza trovando pronto Terracciano. La Salernitana si fa vedere timidamente dalle parti di Nicolas per la prima volta al 25′, ma il colpo di testa di Coda termina direttamente sul fondo. Salernitana che due minuti dopo chiama l’estremo difensore gialloblù al miracolo su Donnarumma, Nicolas protagonista anche nell’azione seguente sulla conclusione deviata da Busellato. La squadra di Sannino cerca ma non trova il pareggio al 35′ con la conclusione centrale di Rosina da fuori area, bloccata senza problemi da Nicolas. Ultima occasione del primo tempo a favore dei gialloblù con Siligardi che dalla distanza calcia a lato di poco alla destra di Terracciano.

Nel secondo tempo, Pecchia conferma la formazione iniziale, ma è la Salernitana ad andare per prima alla conclusione al 2′ con Vitale, diagonale che termina sul fondo. Non tarda arrivare la replica dell’Hellas Verona, al 3′ con Romulo, tiro del jolly italo-brasiliano deviato in angolo. La Salernitana prova dalla distanza ad impensierire Nicolas, come al 13′ st con la conclusione di Odjer sul fondo. L’Hellas Verona non riesce però a dare il colpo del ko e la Salernitana ringrazia. Zuculini prende il posto di Siligardi, padroni di casa che al 15′ trovano il pareggio con Coda. L’attaccante granata stacca più in alto tra Caracciolo e Souprayen e batte Nicolas per la gioia del pubblico dell’Arechi. Pecchia al 21′ manda in campo Gomez al posto di Gomez, gialloblù che si riaffacciano dalle parti di Terracciano al 25′, ma il tiro di Romulo è debole e centrale. Ci prova Vitale al 29′, ma il sinistro del granata termina sul fondo. Fossati replica al 39′, Hellas Verona che effettua il terzo ed ultimo cambio con Valoti per Bessa. Ma dopo 5′ di recupero, Salernitana e Hellas Verona si devono accontentare di un punto a testa.