Un altro passo verso l’obiettivo. Allo stadio Curi di Perugia, l’Hellas Verona di Pecchia (squalificato, in panchina Corrent, ndr) ottiene il dodicesimo pareggio in campionato, il sesto lontano dal Bentegodi, gialloblù che a quattro giornate dal termine della stagione regolare, confermano il secondo posto in solitaria a quota 66 punti, +1 dal Frosinone, terzo, con un ritardo di 7 punti dalla capolista Spal. I gialloblù si presentano col 4-3-3 con Nicolas, Romulo, Bianchetti, Boldor, Souprayen; Valoti, Zuculini B., Bessa; Luppi, Pazzini, Fares. Parte forte l’Hellas Verona e dopo soli 46” Valoti da sinistra mette in mezzo, ci arriva Pazzini ma la difesa del Perugia annulla il tentativo dei gialloblù. Il Perugia si affaccia dalle parti di Nicolas al 4′ col sinistro di Dezi che termina però in curva. Al 18′ angolo di Bessa e colpo di testa di Boldor sul fondo, gialloblù che ci provano anche due minuti dopo col cross da destra di Valoti, colpo di testa di Fares che non crea però problemi a Brignoli. Ma è il Perugia ad andare vicino al vantaggio al 24′ con Mustacchio che da comoda posizione calcia a lato alla sinistra di Nicolas. Ancora protagonista la squadra di Bucchi col destro di Dezi che si perde sul fondo al 32′, padroni di casa che obbligano Nicolas all’intervento coi piedi sulla conclusione ravvicinata di Forte. Boldor al 34′ rischia di fare la frittata col retropassaggio che mette in seria difficoltà Nicolas che si salva in extremis. Ultima occasione sul destro di Pazzini che liscia clamorosamente l’invito da destra di Romulo. Primo tempo che si chiude a reti inviolate, con i gialloblù però troppe volte in affanno. La ripresa si apre con la discesa di Romulo e la conclusione dell’ex Fiorentina che viene deviata in calcio d’angolo. Prove generali del vantaggio gialloblù: al 54′ Valoti ruba palla e s’invola verso Brignoli, a tu per tu col portiere del Perugia colpisce il palo e sulla ribattuta è pronto Luppi all’appuntamento col gol, il sesto in campionato per l’ex Modena. Nemmeno il tempo di festeggiare però e il Perugia pareggia con Dezi che di testa, al 55′, stacca più in alto di tutti in area gialloblù e batte così Nicolas. Pazzini ci prova al 57′ ma Brignoli chiude lo specchio della porta. Primo cambio per i gialloblù al 59′ con Troianiello al posto di Luppi, ma è il Perugia a rendersi pericoloso col colpo di testa di Terrani bloccato dall’estremo difensore scaligero. Un minuto dopo ammonito Souprayen, gialloblù che al 70′ creano una buona occasione con Bessa che trova Troianiello sulla destra ma l’esterno gialloblù non aggancia il pallone. Entra Ganz al posto di Pazzini al 72′, Perugia pericoloso due minuti dopo con la conclusione a lato di poco di Dezi, Hellas Verona che arriva alla conclusione con Zuculini, pallone che si perde sul fondo. All’82’ diagonale velenoso di Forte che obbliga Nicolas a distendersi sulla sua destra. Terzo ed ultimo cambio per i gialloblù con Zaccagni al posto di Bessa all’83’, ma non c’è più tempo per cercare la vittoria e dopo 3′ di recupero l’Hellas Verona si deve accontentare del pareggio.