L’Hellas Verona fa la partita, il Parma vince. Allo stadio Tardini, bastano pochi secondi alla squadra di Liverani per conquistare i primi tre punti in campionato. Poi è un monologo di Faraoni e compagni.

I gialloblù di Juric confermano il 3-4-2-1 con Silvestri, Cetin, Gunter, Lovato; Faraoni, Tameze, Ilic, Dimarco; Zaccagni, Barak; Favilli

Bastano però 24’’ alla squadra di Liverani per passare in vantaggio: Dimarco si perde Karamoh, palla in mezzo e Kurtic appoggia in rete. Primo gol subito in questo campionato dagli scaligeri. Karamoh ancora pericoloso al 4’, sinistro a giro che si perde sul fondo, dopo una deviazione. Tameze un minuto dopo guadagna il fondo e prova a mettere in mezzo, ma Sepe chiude in corner. Al 10’ gran palla di Ilic per Favilli ma l’attaccante è in fuorigioco. La reazione dell’Hellas Verona c’è, al 21’ ci prova Barak ma il suo destro è centrale e debole. Dimarco mette in mezzo al 22’, pallone sul secondo palo dove c’è Faraoni, botta sicura dell’esterno che trova però la deviazione decisiva, di testa, di Pezzella. Un minuto dopo, sinistro sporco che si perde sul fondo di Favilli. Al 28’ risponde il Parma col diagonale di Gervinho a lato alla destra di Silvestri. Brividi al 44’ quando Kurtic in area arriva al tiro, deviato in angolo da Cetin. Primo cambio per i gialloblù al 45’, con Lazovic al posto dell’infortunato Lovato, con Dimarco che si abbassa sulla linea dei difensori. Primo tempo che si chiude dopo 2’ di recupero.

La ripresa si apre con l’ottima chiusura in tackle di Cetin su Gervinho, gialloblù che ci provano col cross di Dimarco ma Sepe in uscita allontana la minaccia, risponde subito il Parma col tiro dalla distanza di Kurtic che trova pronto Silvestri al 53’. Doppio cambio per l’Hellas Verona, dentro Colley e Salcedo per Zaccagni e Barak. Dimarco, servito da Ilic, cerca e trova in area del Parma Favilli, al 59’, ma il colpo di testa dell’ex Genoa si perde sul fondo. Provvidenziale uscita bassa di Silvestri su Gervinho lanciato verso la porta scaligera al 72’ e subito dopo è Kucka a calciare di poco a lato. Hellas Verona che al 76’ non sfrutta la punizione di Dimarco, con Cetin e Salcedo che non trovano l’ottimo invito. Nell’azione seguente, ottima giocata di Colley sulla sinistra, palla a Favilli che clamorosamente cicca il pallone dentro l’area piccola ducale. Brugman all’84’ calcia su Silvestri e tiene ancora in partita l’Hellas Verona. Ultimo cambio per la squadra di Juric, con Tupta al posto di Cetin all’86’. Subito dopo, calcio d’angolo di Dimarco, colpo di testa sicuro e preciso di Gunter, ma Sepe c’è e salva il Parma.