Un pareggio che allontana sempre più l’Hellas Verona dalla promozione diretta. A sette giornate dal termine del campionato, è di 3 punti il ritardo dal Frosinone, seconda forza del campionato e di 5 dalla capolista Spal. Pecchia torna all’antica, abbandona la difesa a tre e si presenta al Piola di Novara col 4-3-3 con Nicolas, Romulo, Bianchetti, Ferrari, Souprayen; Zuculini B., Fossati, Bessa; Siligardi, Pazzini, Luppi. La prima occasione arriva dopo solo 2′ con la punizione di Siligardi che attraversa tutta l’area piemontese ma non trova nessun gialloblù pronto. Al 10′ conclusione di Bessa da fuori area, respinta con qualche difficoltà dal portiere Da Costa e due minuti dopo, cross da destra di Romulo, Luppi anticipa il diretto avversario ma il pallone si perde sul fondo tra le proteste della squadra di Pecchia per un intervento ritenuto irregolare. Replica il Novara all’11’ col colpo di testa di Adorjan che termina sul fondo alla sinistra di Nicolas. Novara ancora pericoloso al 22′ col destro sempre di Adorjan che obbliga Nicolas alla chiusura in angolo. Brividi un minuto più tardi per un’uscita alta del portiere gialloblù che mette in difficoltà la retroguardia scaligera, ma il Novara non ne approfitta. Risultato che si sblocca invece al 28′: gran lavoro di Luppi e assist per Siligardi che con un sinistro tanto potente quanto preciso batte Da Costa, mandando il pallone sotto la traversa. Per l’attaccante gialloblù, quarto gol in campionato. Luppi, il migliore in campo tra i gialloblù, al 35′ impegna la difesa del Novara che si salva allontanando la minaccia, primo tempo che si chiude col tentativo dalla distanza di Pazzini e col destro a lato di poco di Galaboniv. La ripresa si apre nel peggiore dei modi per l’Hellas Verona col pareggio del Novara, con Macheda che approfitta dell’errore all’11’ della difesa gialloblù per battere, di testa, Nicolas. La squadra di Boscaglia va vicino al vantaggio al 15′, ancora con l’ex Manchester United protagonista, col pallone che si stampa sul legno prima sulla conclusione del n.10, poi Nicolas si deve superare sul tiro ravvicinato di Galabinov. Grande azione sulla sinistra dei gialloblù con Luppi che serve Siligardi, pallone per Pazzini ma è ottima la chiusura di Chiosa. Botta da fuori area di Bessa al 23′, con Da Costa che blocca in due tempi. Primo cambio per i gialloblù, con Caracciolo al posto di Siligardi, Hellas Verona che passa al 3-4-1-2. Entra Cappelluzzo al 32′ al posto di Luppi, ma è Galabinov al 36′ a sparare alto. Il direttore di gara concede 6′ di recupero, Novara che al 46′ si porta in vantaggio grazie alla rete di Calderoni, pronto il pareggio firmato Giampaolo Pazzini. Per il capitano e bomber gialloblù, 21ª rete in campionato. Poco prima del pareggio gialloblù, Pecchia manda in campo Valoti al posto di Fossati, Hellas Verona che si deve solo accontentare dell’undicesimo pareggio in campionato.