L’Hellas Verona regge 66’ allo stadio San Paolo di Napoli. Non basta un buon primo tempo per portare a casa almeno un punto. Il girone di ritorno dei gialloblù capitanati da Romulo si apre contro la squadra di Sarri davanti a 40.000 spettatori, con 249 tifosi gialloblù al seguito, squadra di Fabio Pecchia che si presenta col 4-4-1-1 con Nicolas, Ferrari, Caracciolo, Heurtaux, Caceres; Verde, Buchel, Bessa, Fares; Romulo; Kean. Parte forte il Napoli e al 3’ Hamsik trova Insigne che non controlla però il pallone in area gialloblù, con Nicolas che chiude in uscita bassa. Il n.24 partenopeo ancora protagonista un minuto dopo quando ci prova da fuori area., ma la conclusione è centrale e preda facile dell’estremo difensore scaligero. La prima conclusione dell’Hellas Verona arriva al 12’ col destro sporco di Buchel che si perde sul fondo. Ribaltamento di fronte e Napoli ancora pericoloso col cross teso da destra di Callejon che non trova nessun compagno in maglia azzurra in area veronese. Spagnolo che ci prova anche al 15’ dalla distanza senza inquadrare la porta difesa da Nicolas. Al 17’ palo colpito da Mertens, belga ancora pericoloso nell’azione seguente, impegnando Nicolas da posizione ravvicinata. Gran giocata di Insigne al 22’, col destro a giro che esce di poco. Pecchia sposta Fares alle spalle di Kean, con Romulo che arretra a destra e Verde sulla corsia opposta, gialloblù che contengono gli affondi del Napoli ma non riescono ad impensierire Reina. Al 26’ ci prova dalla distanza Allan, pallone bloccato senza difficoltà da Nicolas, mentre al 31’ Insigne spreca clamorosamente da comoda posizione. Il primo ammonito della sfida al San Paolo è Bessa, centrocampista gialloblù che era in diffida e non sarà quindi a disposizione di Fabio Pecchia contro il Crotone, sfida in programma al Bentegodi alla ripresa del campionato dopo la sosta. Allan al 41’ calcia alto, primo tempo che si chiude a reti inviolate dopo 2’ di recupero. Il secondo tempo si apre col cartellino giallo sventolato in faccia a Romulo, jolly gialloblù che entra così in diffida. Al 3’ girata di Insigne che trova pronto Nicolas, mentre al 10’ colpo di testa debole e centrale di Hamsik. L’Hellas Verona al 13’ effettua il primo cambio, con Pazzini al posto di Kean, ma è il Napoli a rendersi pericoloso al 14’ con Insigne che colpisce il palo alla destra di Nicolas. Provvidenziale chiusura in calcio d’angolo di Heurtaux al 20’, ma un minuto dopo il Napoli passa in vantaggio grazie al colpo di testa di Koulibaly che anticipa Nicolas e sblocca così il risultato al San Paolo. Vengono espulsi per proteste sia l’allenatore Fabio Pecchia che il vice Nicola Corrent, Hellas Verona che al 31’ effettua il secondo cambio, con Calvano al posto di Bessa. I gialloblù non riescono più a contenere il Napoli, squadra di Sarri che al 33’ raddoppia grazie alla rete di Callejon che chiude al meglio l’assist da sinistra di Insigne. Terzo ed ultimo cambio per i gialloblù, al 37’ Felicioli prende il posto di Verde, ma è Pazzini che un minuto dopo calcia debolmente tra le braccia di Reina, Napoli che con l’ex Jorginho al 47’ va vicino al 3-0 ma Nicolas si distende bene e chiude in angolo. Hellas Verona che al triplice fischio finale non può fare che incamerare la terza sconfitta consecutiva, la 13ª in campionato.