Primato in solitaria in classifica a punteggio pieno, grazie a tre vittorie in altrettante giornate. Questa è la Primavera di Massimo Pavanel. Spettacolo gialloblù questa mattina a Vismara.

Primo tempo da assoluto protagonista per l’Hellas Verona in casa del Milan, una partita però che si era messa subito in salita per Tupta e compagni, nel posticipo della terza giornata del girone A. I rossoneri al 3′ si portano subito in vantaggio grazie al colpo di testa vincente di Cutrone. I gialloblù però non si abbattono e al 18′ trovano il pareggio grazie al capitano Pellacani, puntuale sullo schema da calcio d’angolo nel superare di testa sul primo palo l’estremo difensore rossonero. È la squadra scaligera due minuti dopo ad avere la possibilità di passare in vantaggio con Stefanec, ma la conclusione dello slovacco termina di poco a lato. Il Milan dimostra poca organizzazione di gioco, ma è la squadra di Nava a tornare a condurre al 22′ grazie al colpo di testa di Gabbia ancora su calcio d’angolo. Tupta al 26′ sbaglia da comoda posizione, ma è solo la prova generale. Hellas Verona che con merito ristabilisce la parità (2-2) al 32′ con Kumbulla che di testa supera il portiere Del Ventisette. I gialloblù dettano legge in casa del Milan e al 37′ contropiede micidiale della squadra scaligera chiuso da Tupta che regala il vantaggio (2-3) alla squadra di Pavanel, Hellas Verona che chiude in vantaggio 2-4 dopo i primi 45′ grazie alla doppietta personale di Tupta al 38′.

La ripresa si apre con l’occasione dopo appena 20” a favore dell’Hellas Verona con Tupta che in diagonale non riesce però a battere il portiere rossonero. Ma ci pensa il connazionale Stefanec (quarto gol in campionato, ndr) dopo 51” a portare sul 2-5 il risultato a favore della squadra di Pavanel, assoluta padrona del campo, Milan che non subiva cinque reti tra le mura amiche dal 2011. Ma non è ancora finita. La squadra di Nava continua a subire gli attaccanti gialloblù, Hellas Verona che al 56′ porta il risultato sul 2-6 grazie alla tripletta personale di Tupta. Il Milan è in completa balia della squadra di Pavanel, rossoneri che al 69′ rimangono anche in dieci per l’espulsione di El Hilali. L’Hellas Verona amministra l’importante vantaggio ed al triplice fischio finale, i gialloblù possono festeggiare il meritato primato in classifica.