Quando meno te l’aspetti, l’Hellas Verona torna alla vittoria. Quinto successo in campionato, il terzo al Bentegodi, per la squadra di Pecchia. Gialloblù che salgono così in classica a quota 19 punti. – proclami, + tiri in porta recita lo striscione esposto dalla Curva Sud. Dopo due turni consecutivi in trasferta, i gialloblù ospitano al Bentegodi il Torino per la settima giornata del girone di ritorno della Serie A TIM. L’Hellas Verona si presenta col 4-2-3-1 con Nicolas, Ferrari, Caracciolo, Vukovic, Fares; Calvano, Valoti; Verde, Petkovic, Romulo; Kean. La prima occasione al 3’ con Belotti che non aggancia in area gialloblù, Hellas Verona che dimostra ben altro carattere e personalità rispetto le ultime tre apparizioni, come all’11’ quando Kean punta Burdisso, lo salta ma si deve accontentare del calcio d’angolo. L’Hellas Verona contiene gli attacchi del Torino e passa a condurre al Bentegodi al 12’: calcio d’angolo, sul secondi palo sponda di Vukovic per Valoti che di testa batte Sirigu. Gialloblù che tornano al gol dopo 317’. Replica subito la squadra di Mazzarri con la conclusione da fuori area di Niang che esce a lato di poco alla sinistra di Nicolas. Al 23’ colpo di testa-spalla del numero 11 granata che si perde sul fondo. Cinque minuti più tardi Belotti calcia alto, mentre al 43’ si ammonire Romulo che era in diffida e non sarà quindi a disposizione di Pecchia domenica prossima a Benevento. Primo tempo che si chiude col vantaggio dell’Hellas Verona grazie al secondo gol in Serie A di Mattia Valoti. La ripresa si apre col tiro indirizzato sotto il sette da Petkovic al 2’ della ripresa, smanacciato in angolo da Sirigu. Ma è il Torino a trovare invece il pareggio: gialloblù sbilanciati e Niang approfitta del contropiede granata per battere Nicolas. Nona giornata di fila che l’Hellas Verona subisce gol. Pecchia manda in campo al 12’ Matos al posto di Romulo, primo cambio per gialloblù. Al 15’ nuovo contropiede granata, con Verde che chiude l’offensiva della squadra di Mazzarri. Secondo cambio per i gialloblù, al 21’ Franco Zuculini al posto di Verde, gialloblù che passano al 4-1-4-1. Ci prova Kean al 25’ ma la sua conclusione defilata termina alta. Terzo ed ultimo cambio per i gialloblù, con Fossati al 30’ al posto di Calvano, uscito per crampi ed applaudito dal pubblico del Bentegodi. L’Hellas Verona alla mezz’ora sfrutta al meglio il contropiede per tornare in vantaggio, grazie alla prima doppietta in Serie A di Mattia Valoti che ribatte da comoda posizione il tiro di Petkovic. Il Torino accusa il colpo ma non ha la forza nemmeno per riaprire la partita, come al 46’ col colpo di testa Berenguer. Dopo tre minuti di recupero, il Bentegodi può tornare finalmente a festeggiare, pensando già alla sfida di domenica prossima allo stadio Vigorito di Benevento contro l’ultima della classe.