Il ritiro dell’Hellas Verona in Val Gardena si chiude con la prima amichevole stagionale della squadra di Juric allo stadio Quercia di Rovereto (porte chiuse) contro l’ND Gorica. Senza gli infortunati Cetin, Kumbulla e Zaccagni, oltre ai nazionali, i gialloblù si presentano con Silvestri, Dawidowicz, Günter, Empereur; Faraoni, Danzi, Veloso, Dimarco; Henderson; Stepinski, Di Carmine. In tribuna presenti Setti e D’Amico.

Passano appena 18 secondi e gli sloveni si portano in vantaggio grazie al gol di Oyewusi che approfitta dell’errore della difesa scaligera. Hellas Verona che trova subito il pareggio, al 2’, con Faraoni, esterno che chiude in rete l’azione sviluppata dai gialloblù sulla corsia di sinistra, con Dimarco autore dell’assist su invito di Henderson. All’11’ torsione in area di Di Carmine, su invito di Danzi, che obbliga il portiere sloveno a chiudere in calcio d’angolo. Passano sei minuti e Danzi da fuori area, di sinistro, calcia angolato ma il portiere ospite ci arriva, rifugiandosi in corner e sugli sviluppi, calcio di rigore a favore dell’Hellas Verona per il fallo di Bardanca su Stepinski. Al 18’ dagli undici metri si presenta Di Carmine che manda il pallone in rete e ribalta così il risultato allo stadio Quercia. ND Gorica pericoloso al 22’ col destro di Marinic che termina alto, dopo una deviazione. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Silvestri coi piedi respinge il tap-in di Marinic. Henderson mette in mezzo al 44’ ma Stepinski è in ritardo. È l’ultima azione degna di nota della prima frazione di gioco.

Nella ripresa, Juric manda in campo Silvestri; Dawidowicz, Magnani, Bocchetti; Faraoni, Danzi, Veloso, Dimarco; Henderson; Stepinski, Di Carmine.

Passano 40’’ e Di Carmine ci prova, senza fortuna, in diagonale. Replica del Gorica col sinistro di Volaric bloccato da Silvestri. Sloveni che trovano il pareggio al 5’ grazie alla conclusione precisa di Marinic che non dà scampo a Silvestri. Gorica ancora pericoloso col n.30 che calcia a lato al 9’, ma è l’Hellas Verona a tornare in vantaggio due minuti dopo grazie alla rete di Stepinski, a porta vuota dopo l’uscita del portiere sloveno per contrastare Di Carmine. Girandola di cambi per i gialloblù al 18’: Pandur, Lovato, Terracciano, Sane, Udogie, Pierobon, Gresele, Calabrese, Turra per Silvestri, Dawidowicz, Dimarco, Veloso, Faraoni, Danzi, Henderson, Stepinski e Di Carmine. Hellas Verona in campo con Pandur, Lovato, Magnani, Boccchetti; Gresele, Terracciano, Turra, Calabrese; Udogie; Pierobon, Sane. Gialloblù che cala il poker al 32’ grazie alla rete di Sane su assist di Udogie, destro che non dà scampo a Marjanovic. Al 35’ Calabrese mette in mezzo da sinistra ma non c’è nessun compagno in maglia gialloblù pronto in area avversaria. Ci prova anche Terracciano al 37’ ma la conclusione viene respinta, squadra slovena che due minuti dopo trova la terza rete grazie al gol di Smajlagic, su invito di tacco di Volaric, per il 4-3 finale.

Prossima amichevole per l’Hellas Verona, sabato 12 settembre, a Villafranca, contro la Cremonese.