Al peggio non c’è mai fine. Specie se tifi Hellas Verona. Anche il Frosinone riesce a vincere al Bentegodi e per l’Hellas Verona di Delneri la Serie B oramai è sempre più una triste realtà.

Torna Toni, fuori Wszolek, dentro Jankovic. Tante le novità dell’allenatore di Aquileia si presenta col 4-3-3 con Gollini, Pisano, Helander, Bianchetti, Albertazzi; Ionita, Viviani; Emanuelson; Gomez, Toni, Jankovic.

I gialloblù capitanati da Luca Toni ci provano subito dopo appena 28”, ma sul tiro-cross di Emanuelson non riesce ad agganciare in area laziale, Jankovic. Protagonista ancora l’olandese al 6′ quando calcia in curva l’invito di Ionita. Ma a sorpresa è il Frosinone a passare in vantaggio al Bentegodi grazie al destro preciso e potente di Russo al 15′ che batte Gollini. L’Hellas Verona reagisce subito e ci prova dalla distanza con Gomez, senza fortuna. Primo cambio obbligato per Delneri al 21′: Helander si scontra con Paganini, svedese che ha la peggio, al suo posto Moras. Otto minuti più tardi, conclusione da fuori area debole, centrale e di piatto di Emanuelson, nessun problema per Leali. I tifosi scaligeri alla mezz’ora di gioco intonano “Senza c…..i, voi siete senza c…..i!”, mentre al 38′ Kragl si prende gioco della difesa del Verona e calcia a lato alla sinistra di Gollini. Il Frosinone detta i tempi e al 40′ Ciofani colpisce il palo, primo tempo che si chiude col vantaggio della squadra di Stellone ed i tifosi dell’Hellas Verona che coprono di fischi Toni e compagni.

Delneri ad inizio ripresa manda subito in campo Pazzini al posto di Jankovic, Frosinone che riesce a gestire il vantaggio fino al 19′ quando Bianchetti sfrutta al meglio il colpo di testa di Pazzini per ristabilire la parità. Nemmeno un giro di lancette e Toni da due passi non riesce a mandare il pallone alle spalle di Leali, Hellas Verona che al 35′ effettua il terzo ed ultimo cambio con Wszolek al posto di Albertazzi, ma è Pazzini al 38′ a mettere un pallone invitante sul primo palo, Frosinone che chiude in angolo. Quattro i minuti di recupero concessi dall’arbitro Doveri e la squadra di Stellone al 47′ trova il gol vittoria con Frara che indisturbato in area gialloblù batte Gollini e regala così ai ciociari tre punti fondamentali per la corsa salvezza dei laziali.

E mercoledì sera si va a Empoli per il quintultimo impegno di campionato.