Vita facile per la Fiorentina al Bentegodi. Bastano infatti appena 24′ alla squadra di Pioli per indirizzare la partita a proprio favore. L’Hellas Verona di Pecchia si presenta al Bentegodi contro la squadra di Pioli col 4-3-3 con Nicolas, Caceres, Heurtaux, Ferrari, Souprayen; B.Zuculini, Buchel, Bessa; Fares, Pazzini, Verde. Prima da titolare in questo campionato per il capitano gialloblù, accolto con un boato all’annuncio delle formazioni dal pubblico veronese. Ma è la Fiorentina a sbloccare subito il risultato dopo appena 2′: conclusione da fuori area di Benassi, respinta corta di Nicolas che spalanca la porta a Simeone che porta così in vantaggio la squadra viola di Pioli. Reazione nulla da parte dell’Hellas Verona che al 10′ va sotto di nuovo: Nicolas atterra in area gialloblù Chiesa, rigore per la viola. Dal dischetto si presenta Thereau che spiazza il portiere gialloblù e porta il risultato sullo 0-2. La Fiorentina va vicina al tris al 15′ con Simeone, diagonale che esce a lato di poco alla destra di Nicolas. La squadra di Pioli non abbassa il ritmo ed un minuto dopo da fuori area con Veretout impegna la difesa scaligera che si salva in angolo. Appuntamento col gol solo rimandato, 0-3 che arriva al 24′ con Astori che batte Nicolas sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con la difesa gialloblù che ancora una volta ha dimostrato gravi limiti. Ci prova allora Pazzini al 29′ ma il suo destro termina alto. Primo tempo che si chiude senza alcuna azione pericolosa da parte dell’Hellas Verona di Pecchia e con la Fiorentina che ipoteca già la vittoria. La ripresa si apre con l’ingresso in campo di Romulo e Kean al posto di Souprayen e Ferrari, col jolly terzino destro e Fares che si abbassa sulla linea dei difensori a sinistra, al posto del francese. Al 4′ conclusione di Buchel da fuori area, Sportiello non blocca e si salva in angolo. Cinque minuti più tardi, conclusione in curva di Romulo, Hellas Verona che non riesce a costruire e allora la Fiorentina ne approfitta per calare il poker al Bentegodi, direttamente su punizione con Veretout, conclusione che si insacca sotto il sette alla destra di Nicolas al 17′. Lo stadio canta “Io credo risorgerò” e “Fabio Pecchia portaci in Europa”, gialloblù che al 24′ effettuano il terzo ed ultimo cambio, con Valoti al posto di Bruno Zuculini, gialloblù che provano col 4-2-4. Al 32′ primo tiro in porta dell’Hellas Verona con Romulo che da comoda posizione calcia addosso a Sportiello. Simeone ci prova al 38′ con una conclusione a giro che esce di poco alla sinistra di Nicolas, gialloblù che al 40′ provano invano ad impensierire l’estremo difensore della Fiorentina con Fares, senza fortuna però. Viola invece che hanno anche il tempo e la lucidità di chiudere il risultato sullo 0-5 con Dias, Hellas Verona che al triplice fischio finale viene accompagnato negli spogliatoi dai fischi del pubblico di casa.