Quinta sconfitta in dieci giornate e ultimo posto in classifica a quota 5 punti. Nel turno infrasettimanale del Bentegodi contro la Fiorentina, Mandorlini si presenta col collaudato 4-3-3, con Gollini, Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Ionita, Matuzalem, Greco; Sala, Gomez, Jankovic.

La prima occasione della partita è per la Fiorentina, al 5′, col tiro al volo di Giuseppe Rossi che termina alto. Due minuti più tardi contropiede dell’Hellas Verona con Gomez, ma la difesa viola è attenta e chiude l’offensiva gialloblù. La pioggia la fa da padrona e rallenta i tempi della manovra di entrambe le squadre nelle prime battute di gara. Al 16′ ammonito Pisano, primo cartellino giallo della partita. La Fiorentina ci prova timidamente al 18′ col colpo di testa alto sopra la traversa di Astori, nessun pericolo per Gollini. Pericolo per i gialloblù al 23′: uscita bassa di Gollini sul traversone di Pasqual e sulla ribattuta Kalinic calcia sull’esterno della rete alla destra del portiere gialloblù. Il gol è nell’aria e arriva due minuti più tardi con la goffa quanto sfortunata autorete di tacco di Marquez. Il difensore messicano per cercare di anticipare il diretto avversario manda involontariamente il pallone alle spalle di Gollini. La reazione dell’Hellas Verona arriva al 36′ con la rovesciata di Jankovic che obbliga il portiere viola a salvarsi in angolo. I gialloblù sono nervosi e l’arbitro Valeri punisce l’irruenza di Matuzalem col cartellino giallo. Si va negli spogliatoi dopo 1′ di recupero tra le proteste di Mandorlini e di tutta la panchina scaligera.

La ripresa si apre col cross di Sala, al 10′, direttamente tra le braccia del portiere della Fiorentina. La squadra di Sousa mantiene il pallino del gioco e al 12′, facilmente, raddoppia: Kalinic è abile nel depositare in rete l’ottimo assist arrivato dalla corsia di sinistra dove Gollini non può nulla. Piove sul bagnato in casa gialloblù. Mandorlini al 18′ effettua il primo cambio, con Siligardi che prende il posto di Ionita e al 24′ Zaccagni per Sala. Al 37′ esordio in Serie A per il classe 1997 Checchin che prende il posto di Matuzalem. Poco altro da aggiungere. Si registra così la 5ª sconfitta dell’Hellas Verona di Mandorlini nelle prime dieci giornate, ultimo posto in classifica a quota 5 punti e domenica scontro diretto a Modena contro il Carpi.