L’Hellas Verona allunga a 203 giorni la serie di partite senza vittorie in campionato. Ed è l’unica squadra in Serie A a non avere ancora vinto in quindici giornate. Ultimo successo dei gialloblù datato 17 maggio, al Bentegodi, proprio contro l’Empoli. Contro Maccarone e compagni arriva invece la nona sconfitta che conferma la squadra capitanata da Toni all’ultimo posto in classifica, in solitaria, a quota 6 punti.

Delneri si presenta al Bentegodi contro la squadra allenata da Giampaolo con la novità Wszolek dal 1′, 4-1-4-1 (4-2-3-1 in fase difensiva, ndr) il modulo scelto dal tecnico di Aquileia per il suo esordio in campionato con l’Hellas Verona.

Prima occasione del match al 2′ per gialloblù, ma il capitano è in fuorigioco, Luca Toni protagonista anche due minuti dopo col colpo di testa alto sopra la traversa su cross di Souprayen. Al 10′ contatto in area Pisano-Saponara, ma il direttore di gara fa proseguire tra le proteste della panchina di Giampaolo. Passano 8′ e l’Hellas Verona ci prova con Siligardi, palla a Hallfredsson, cross da sinistra dell’islandese ma Skorupski anticipa in uscita alta Toni. Al 21′ conclusione di Siligardi sull’esterno della rete alla destra del portiere dell’Empoli, gialloblù che cercano di alzare il ritmo della partita. Ma è l’Empoli al 23′ a mettere in difficoltà i gialloblù, ci pensa però Gollini in uscita bassa a chiudere su Maccarone. Replica dell’Hellas Verona al 26′ con Wszolek, l’esterno polacco balla sulla linea di fondo di sinistra, palla in mezzo ma la difesa dell’Empoli in qualche modo allontana la minaccia. Al 32′ Pucciarelli da destra serve in area Maccarone, ma la conclusione del capitano toscano è centrale ed è preda facile di Gollini. Ma è l’Hellas Verona ad avere l’occasione migliore del primo tempo sulla testa del capitano gialloblù al 36′, ma Toni sbaglia l’impossibile a tu per tu col portiere dell’Empoli, su assist al bacio di Siligardi. Ancora protagonisti i gialloblù al 41′ con la gran conclusione in controbalzo di Viviani, ma il portiere dell’Empoli è attento e chiude bene lo specchio della porta, come sul colpo di testa raccontato di Toni al 45′. Primo tempo al Bentegodi che si chiude a reti inviolate e con due nitide occasioni per l’Hellas Verona con Toni e Viviani.

Ad inizio ripresa, Delneri conferma l’undici iniziale, secondo tempo che si apre con la conclusione di Viviani dopo 2′ ribattuta dalla difesa dell’Empoli in angolo. Primo cambio per il Verona all’11’, con Jankovic che prende il posto di Wszolek, alla prima da titolare in gialloblù l’ex Samp. Ma è l’Empoli a passare in vantaggio al 16′ con Costa che sfrutta al meglio la respinta in area piccola di Gollini per battere il portiere gialloblù. Al 18′ ammonito Hallfredsson, centrocampista gialloblù che era in diffida e quindi non sarà a disposizione di Delneri domenica prossima al Meazza contro il Milan. Al 21′ palo sul colpo di testa di Bianchetti ed un minuto dopo secondo cambio per i gialloblù, con Sala che prende il posto di Pisano. Al 26′ ci prova inutilmente di testa Toni, pallone che termina sul fondo. Al 32′ terzo ed ultimo cambio per i gialloblù, con Zaccagni al posto di Viviani. Al 39′ ci prova proprio l’ex Venezia con una conclusione a giro di sinistro che esce a lato di poco. Cinque i muniti di recupero ma è tutto inutile e per l’Hellas Verona il ko contro l’Empoli rappresenta la nona sconfitta in campionato, gialloblù che restano sempre più ultimi in classifica, in solitaria, con soli 6 punti.